Presidio fisso delle forze dell’ordine agli hub Lo chiedono con forza Lega nord e Ugl-Polizia

«Davanti agli hub di San Siro e Conetta occorre un presidio di polizia in funzione h24 e pronto all'intervento». A sostenerlo sono Mauro Armelao (nella foto), segretario regionale del sindacato di...

«Davanti agli hub di San Siro e Conetta occorre un presidio di polizia in funzione h24 e pronto all'intervento». A sostenerlo sono Mauro Armelao (nella foto), segretario regionale del sindacato di Polizia Ugl, e Nicola Finco, capogruppo della Lega nord in Consiglio Regionale, dopo la notizia delle presunte molestie sessuali. «Da tempo chiediamo che la presenza delle forze dell'ordine sia fissa» spiega Armelao «per impedire che questi hub si trasformino in una sorta di zona franca dove non vigono più le leggi del nostro Stato. Lanciamo un appello a tutte le donne che hanno subito violenze e molestie all'interno delle basi e temono di essere licenziate: non abbiate paura e denunciate quanto accaduto il prima possibile. Abbiate fiducia nelle forze dell'ordine». A lanciare la proposta del presidio fisso di polizia, subito sposata dall'Ugl, è il capogruppo del Carroccio in Regione. «Gli hub regionali vanno comunque chiusi» afferma Finco «perché ormai sono diventati terra di nessuno. La stragrande maggioranza delle persone che oggi sono collocate all'interno degli hub non ha il diritto di rimanere nel nostro Paese. La gestione diretta di questi centri da parte delle forze dell'ordine permetterebbe di controllarli e, a sentenza definitiva, riaccompagnarli direttamente nei loro paesi. Trovo scandaloso» conclude Finco «che a Cona stiano arrivando nuovi prefabbricati. Il Governo continua a predicare bene e a razzolare malissimo». (n.s.)

Video del giorno

Tonga, case a pezzi e auto accartocciate tra le palme: il video del ministro del Commercio

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi