La prima unione civile celebrata a Montegrotto

MONTEGROTTO TERME. Prima unione civile a Montegrotto. Il sindaco Riccardo Mortandello ha infatti unito nella sala Morri del Municipio due uomini veneti di mezza età che hanno voluto mantenere il...

MONTEGROTTO TERME. Prima unione civile a Montegrotto. Il sindaco Riccardo Mortandello ha infatti unito nella sala Morri del Municipio due uomini veneti di mezza età che hanno voluto mantenere il massimo riserbo sulla loro identità e provenienza. Una cinquantina di persona, tra amici e parenti, erano presenti alla cerimonia, sobria, volata via quasi senza far rumore. «Non c’è stata alcuna spettacolarizzazione dell’evento», spiega il sindaco di Montegrotto Riccardo Mortandello. «La scelta è talmente seria e naturale che non ha avuto bisogno di grandi proclami. È un primo atto per rimanere al passo con i tempi, segno che Montegrotto sta andando verso la giusta direzione. Questa cerimonia ci aiuta a capire che con l’estensione dei diritti si costituisce una società migliore. Sono favorevole alle unioni civili, un terreno di civiltà che potrà aiutare a portare l’Italia alla pari di paesi ben più evoluti nel mondo. Le unioni civili sono una normalità e non devono essere più viste come un’eccezione». (f.fr.)

Video del giorno

Cherchi: ex della Mala del Brenta invecchiati ma ancora molto pericolosi

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi