Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Svuotato il self service all’Eni i ladri scappano con 9mila €

Colpo da novemila euro alla stazione di servizio Eni di via Facciolati. I malviventi hanno svuotato la colonnina del self service facendo razzia di contanti. I carabinieri del Radiomobile di Padova...

Colpo da novemila euro alla stazione di servizio Eni di via Facciolati. I malviventi hanno svuotato la colonnina del self service facendo razzia di contanti. I carabinieri del Radiomobile di Padova sono intervenuti ieri mattina nell’area di servizio per eseguire il sopralluogo del furto. A chiamarli è stato il gestore dell’impianto, un quarantunenne che abita ad Albignasego.

Quando ieri mattina ha raggiunto il posto di lavoro, l’uomo ha trovato la brutta sorpresa: durante la notte i ladri av ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

Colpo da novemila euro alla stazione di servizio Eni di via Facciolati. I malviventi hanno svuotato la colonnina del self service facendo razzia di contanti. I carabinieri del Radiomobile di Padova sono intervenuti ieri mattina nell’area di servizio per eseguire il sopralluogo del furto. A chiamarli è stato il gestore dell’impianto, un quarantunenne che abita ad Albignasego.

Quando ieri mattina ha raggiunto il posto di lavoro, l’uomo ha trovato la brutta sorpresa: durante la notte i ladri avevano divelto la colonnina del distributore di carburante self service, svuotando la cassetta del contante. Dalle verifiche che ha potuto fare in un secondo tempo, ha stimato il valore del furto in novemila euro. L’unica consolazione per il titolare è che il danno è coperto da assicurazione.

I carabinieri hanno potuto constatare che la tecnica utilizzata dai malviventi per impossessarsi del bottino è la stessa già vista in colpi simili già verificatisi in città e in provincia a danno di diverse stazioni di servizio. Le indagini per tentare di risalire ai responsabili proseguiranno sulla base degli elementi raccolti sul posto nel corso del sopralluogo. (e.l.)