Aveva preso in ostaggio una ragazza, preso rapinatore

Il colpo a Boara Pisani l'8 giugno: il bandito era entrato in banca con un coltello

BOARA PISANI. E’ durata meno di un mese la latitanza del rapinatore che, alle 16 dello scorso 8 giugno, si è presentato armato di un coltello nella filiale paesana di Rovigobanca.

La squadra mobile di Rovigo, in collaborazione con i colleghi siciliani di Taormina, ha identificato e arrestato Francesco Cocuzza, catanese di 34 anni, trasfertista con precedenti alle spalle.

L’uomo si era presentato nell’istituto di credito di via Roma e, brandendo un coltello, aveva chiesto di farsi consegnare quanto custodito in cassaforte. Di fronte alla risposta del personale, che aveva indicato l’assenza di contanti, l’uomo si era dato alla fuga.

Per farlo aveva preso come ostaggio una dipendente, trattenuta per pochi metri e poi lasciata. La stessa donna era stata colta da un leggero malore.

Il malvivente è stato rintracciato dagli investigatori della squadra mobile a Taormina. Era in compagnia di una ragazza romena. L'ordinanza di custodia cautelare è stata richiesta dal sostituto procuratore rodigino Davide Nalin. Non è escluso che ulteriori indagini possano attribuire al trasfertista altri colpi commessi nell’ultimo mese tra Veneto ed Emilia Romagna. 

Video del giorno

Prostituzione e violenze sessuali, sgominata a Bologna banda che reclutava giovani ragazze albanesi

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi