Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Montagnana, in piazza la partenza del Giro Rosa

La partenza di Montagnana

La manifestazione sportiva nazionale ha attraversato poi altri comuni padovani

MONTAGNANA. Più di duecento persone hanno accolto questa mattina in piazza la partenza del Giro Rosa, la corsa ciclistica al femminile più importante d’Italia, sorella del ben più noto Giro d’Italia.

La corsa ciclistica rosa ha toccato in questa terza tappa ben tredici Comuni padovani, con il clou riservato appunto alla cittadina murata.

E’ infatti toccato al sindaco Loredana Borghesan sventolare la bandiera del via in piazza Vittorio Emanuele II, alle 12.15 in punto.

Le atlete hanno quindi pro ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

MONTAGNANA. Più di duecento persone hanno accolto questa mattina in piazza la partenza del Giro Rosa, la corsa ciclistica al femminile più importante d’Italia, sorella del ben più noto Giro d’Italia.

La corsa ciclistica rosa ha toccato in questa terza tappa ben tredici Comuni padovani, con il clou riservato appunto alla cittadina murata.

E’ infatti toccato al sindaco Loredana Borghesan sventolare la bandiera del via in piazza Vittorio Emanuele II, alle 12.15 in punto.

Le atlete hanno quindi proseguito per 120 chilometri fino a Lendinara, passando anche per Megliadino San Fidenzio, Saletto, Lozzo Atestino, Baone, Cinto Euganeo, Arquà Petrarca, Este (in via Matteotti c’era un traguardo volante), Villa Estense, Sant’Urbano, Piacenza d’Adige e Masi, passando quindi nel Rodigino a Badia Polesine con una veloce capatina nuovamente nei confini padovani attraverso Barbona, finendo dunque a Lusia e a Lendinara.

Lungo il tragitto padovani non sono mancati tifosi e curiosi assiepati per sostenere le cicliste, oltre a striscioni e negozi addobbati in rosa in segno di omaggio al Giro.