L’università di Padova seconda tra i “mega” atenei italiani

Come ormai da alcuni anni, l’Università di Padova si conferma la seconda tra gli undici “mega atenei” (con più di 40 mila iscritti) d’Italia, subito dietro l’Alma Mater di Bologna. Così ha stabilito...

Come ormai da alcuni anni, l’Università di Padova si conferma la seconda tra gli undici “mega atenei” (con più di 40 mila iscritti) d’Italia, subito dietro l’Alma Mater di Bologna. Così ha stabilito la classifica del Censis per l’anno accademico 2016/2017, che gratifica il Bo con una medaglia d’argento. «Un risultato ottimo che conferma la qualità dell’ateneo patavino» commenta il rettore Rosario Rizzuto «frutto del lavoro quotidiano di tutte le persone che formano la grande comunità dell’Università». Il Bo si piazza bene nell’area di Psicologia (secondo posto) ed Umanistica (quarto), ma soprattutto guida la classifica del gruppo Economico Statistico, che include le lauree in Scienze dell’Economia e della Gestione Aziendale, in Scienze Economiche e in Statistica. Qui, Padova si colloca al primo posto su 45 atenei valutati, precedendo Milano, Venezia Ca’ Foscari e Bologna. Due i principali criteri considerati: la progressione di carriera degli studenti (abbandono e regolarità degli esami) e i rapporti internazionali (numero di studenti Erasmus incoming e outgoing e di iscritti stranieri). (s.q.)

Fiammiferi di asparagi con aspretto di ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi