Cadavere ripescato dal canale Brentella

È un operaio rumeno, secondo gli inquirenti è caduto in acqua perchè ubriaco

CHIESANUOVA. Un cadavere è stato ripescato sabato sera intorno alle 21.30 dal canale Brentella all’altezza del ponte di via Chiesanuova nelle vicinanze del centro commerciale.

Caduto ubriaco. Il nucleo operativo della compagnia di Padova dopo una attività di ricerca ha identificato il morto: è un operaio rumeno di 47 anni, dipendente di una ditta che monta stand fieristici. L'uomo era avvezzo all'uso smodato di alcolici. Secondo gli inquirenti sarebbe caduto nel canale durante una sbornia.  

Allarme alle 21. L’allarme è scattato sabato sera intorno alle 21 quando alla sala operativa dei vigili del fuoco è arrivata una telefonata di un passante che, guardando il corso del canale vicino al centro commerciale Le Brentelle, ha notato una sagoma galleggiare.

Ponte di Chiesanuova. In un primo momento ha pensato a un manichino ma dopo un esame più attento ha avvisato subito carabinieri e vigili del fuoco. Sull’argine destro del canale Brentella, all’altezza del ponte di via Chiesanuova, sono arrivati una pattuglia dei carabineri e i vigili del fuoco che hanno subito calato in acqua il gommone.

Scarpe e giacca. La salma è stata recuperata e portata a riva mentre dal ponte e dalle abitazioni vicine un gruppo di persone ha assistito alle operazioni di recupero. Si tratta di un uomo sulla cinquantina che portava scarpe e una giacca scura. Nelle vicinanze non sono stati trovati né biciclette né motorini. In quel tratto del canale che congiunge il Brenta con il Bacchiglione di solito la corrente è abbastanza forte. Non ieri sera, però. Sul posto anche il medico legale.

Video del giorno

L'Aquila, abbattuto il Viadotto Cerqueta sulla A24: la demolizione controllata vista dal drone

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi