Padova, Bitonci vieta il velo islamico nelle sedi pubbliche

La delibera della giunta vale per le gi uffici comunali e per i musei

PADOVA. Bitonci vieta il velo islamico nelle sedi comunali. La giunta comunale ha dato l'ok ad una delibera del sindaco che obbliga chiunque si presenti con il velo (burqa o niqab che sia,copre integralmente il viso della donna) all'entrata di sedi comunali o musei cittadini, a sottoporsi all'identificazione e a rimuovere il velo stesso. Fuori dagli uffici e dai musei pubblici, saranno presto affissi alcuni cartelli per evidenziare l'obbligo.

Circa dieci giorni fa, gli operatori dei Musei Civici si erano trovati in imbarazzo davanti ad una donna che indossava il niqab e voleva visitare gli Eremitani.

Con il velo al museo: 40 minuti di attesa

Con l'aiuto degli agenti di polizia locale avevano costretto la turista proveniente dall'Arabia Saudita a fornire le proprie generalità e a togliere il velo integrale. Dopo l'episodio, la donna aveva obbedito alla richiesta, ma aveva visitato sia i musei che la Cappella degli Scrovegni a volto coperto.

Il sindaco ha dato mandato al segretario generale Lorenzo Traina e al comandante della polizia locale Antonio Paolocci di preparare al più presto uno specifico regolamento, ma fino ad allora farà fede la deliberà votata oggi dalla giunta.

Video del giorno

Cherchi: ex della Mala del Brenta invecchiati ma ancora molto pericolosi

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi