Isabella, ricerche in un'area dismessa alle Padovanelle

La zona delle ricerche alle Padovanelle

Perlustrate 10 cisterne fonde circa 4 metri ciascuna all'interno della zona dell'ex hotel: trovato nulla

PADOVA. Le ricerche del cadavere di Isabella Noventa si sono spostate stamattina alle Padovanelle, in un'area abbandonata dell'ippodromo di Padova. Siamo comunque vicini al lago di Padova Est, dove i vigili del fuoco sommozzatori si erano concentrati nella giornata di ieri, lunedì 9 maggio, pur senza frutto.

Vigili del fuoco e polizia questa mattina hanno perlustrato l'ex hotel e ristorante alle Padovanelle. Il luogo era stato indicato in una lettera anonima recapitata all'avvocato Balduin dove una persona che diceva di essere molto vicina alla famiglia Sorgato indicava il lago di Padova est e l'ex albergo delle Padovanelle come possibili luoghi dove  Freddy Sorgato e la sorella Debora avrebbero potuto occultare il corpo di Isabella.

Questa mattina sono state perlustrate 10 cisterne fonde circa 4 metri ciascuna all'interno dell'area della hotel,  di cui sette piene d'acqua e tre vuote. I vigili del fuoco hanno utilizzato una sonda. Purtroppo anche queste ricerche sono risultate vane, Isabella Noventa non è qui. 

Sul posto era presente anche l'avvocato della famiglia Noventa Gian Mario Balduin, che avanza ora un'altra ipotesi e cioè che "Isabella non esista più". Secondo il legale la segretaria di Albignasego potrebbe essere stata narcotizzata e gettata in un cassonetto per poi finire nell'inceneritore.

L'avvocato Balduin: "Isabella finita nell'inceneritore"

 

Vellutata di asparagi al latte di cocco

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi