Pedofilia on line, denunciato un padovano

Operazione della Polizia postale, nella rete anche un 59enne che abita nella cintura urbana

La polizia postale ha concluso una complessa operazione internazionale di contrasto alla pornografia minorile online, coordinata del Servizio centrale della polizia delle comunicazioni di Roma. L’attività di monitoraggio è partita da un indirizzo di posta elettronica risultato molto attivo nel traffico di materiale pedopornografico e gestita da un ragazzo di 21 anni di Genova. Nella sua abitazione è stato sequestrato un ingente quantitativo di supporti informatici. Le indagini hanno portato a una serie di perquisizioni nei confronti di dodici persone tra le provincie di Milano, Como, Torino, Padova, Verona, Brescia, Palermo, Piacenza, Campobasso e Cagliari. In provincia di Padova gli investigatori hanno sottoposto a perquisizione un uomo di 59 anni che abita in cintura urbana, lavora come artigiano ed è padre di famiglia. A lui sono stati sequestrati un computer, un hard disk e due chiavette usb. Dovrà rispondere di detenzione e scambio di materiale pedopornografico.

Video del giorno

Nudo con una parrucca nella fontana delle Naiadi, polizia in acqua lo blocca lo arresta

Mousse alla nocciola e cioccolato, clementina e cardamomo

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi