«L’incidente a Gianluca è sospetto, fate una perizia alla moto»

Il procuratore capo Matteo Stuccilli

La mamma del compagno di Debora Sorgato, morto in un incidente stradale nel 2002, vuole una nuova perizia

TERNI. La mamma di Gianluca Ciurlanti, il compagno di Debora Sorgato, morto in un incidente stradale nel 2002, chiederà una perizia sulla moto del figlio, che il fratello Roberto conserva in garage da quel giorno. Iolanda Bonifazi e Roberto Ciurlanti, mamma e fratello di Gianluca, hanno spiegato ai microfoni di “Chi l’ha Visto?” che ora su questo incidente vogliono vederci chiaro.

Finora la famiglia, che vive a Terni, ha sempre creduto alla versione dell’incidente stradale, ma ora che circolano voci sulla possibilità che i freni della moto di Gianluca possano essere stati manomessi chiedono chiarezza. Gianluca Ciurlanti è stato il compagno di Debora dopo Giuseppe Berto, il primo marito della donna, morto un paio d’anni dopo la separazione da Debora. Berto, sparito per un anno, era stato trovato morto nella sua auto in un garage di Vicenza con i polsi tagliati e un coltello di fianco. Un suicidio che però ha sempre lasciato perplessi i genitori dell’uomo, i quali in seguito ai fatti recenti hanno chiesto di riaprire il caso sulla morte del figlio.

Intanto Debora si era messa con Ciurlanti, che frequentava anche mentre stava con Berto, come spiega il fratello Roberto: «Quando Giuseppe era al lavoro Debora veniva a casa da mio fratello. Una volta Gianluca ha addirittura picchiato Berto perché firmasse subito la separazione da Debora. Lui per paura di mio fratello, che era completamente nelle mani di Debora, l’ha fatto». Firmate le carte, la Sorgato si è trasferita a vivere con Ciurlanti, con cui è rimasta fino a quando lui è morto. In quel momento lei era già incinta di tre mesi, ma la famiglia di Ciurlanti non lo sapeva. A loro l’ha detto solo dopo il funerale di Gianluca e in più, nato il bambino, non ha mai voluto farlo vedere ai nonni paterni: «Non ho potuto conoscerlo. Freddy e Debora non hanno voluto che vedessi mio nipote», ha raccontato Iolanda Bonifazi, che poi riferendosi a Debora ha detto: «Penso sia cattiva d’animo, non mi è mai piaciuta». (a.f.)

Vellutata di asparagi al latte di cocco

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi