A Piero Angela la cittadinanza onoraria di Padova

L'onorificenza decisa dalla giunta Bitonci per il contributo di eccellenza dato alla divulgazione scientifica

PADOVA. Piero Angela sarà cittadino onorario di Padova: l’ha deciso l’amministrazione comunale, con una delibera approvata dalla giunta. Il motivo, si legge nel documento, si deve al suo «contributo di eccellenza dato alla divulgazione scientifica, attraverso i risultati raggiunti in qualità di giornalista, scrittore e conduttore televisivo, antesignano di formule di comunicazione particolarmente innovative».

Viene così esteso anche al figlio, Piero, un legame che la città aveva già stretto con il padre, Carlo Angela, al quale è stato dedicato un albero nel Giardino dei Giusti di Padova. «Piero Angela» si legge ancora nella delibera «ha dedicato la sua vita professionale alla promozione della cultura scientifica, attraverso l’attività informativa rivolta al vasto pubblico. Ha realizzato programmi televisivi e produzioni editoriali, che hanno apportato formule innovative di comunicazione, trasferendo la conoscenza di concetti complessi rendendoli di facile comprensibilità alla vasta platea degli ascoltatori».

E Padova, «città di Galileo Galilei e della Scienza» ha voluto premiare il divulgatore per eccellenza, un uomo da sempre amato da grandi e bambini per la sua capacità di semplificare, di rendere quella materia che per molti è difficile e distante un argomento alla portata di tutti, da amare e da scoprire. L’omaggio arriva nell’anno in cui si celebra il decimo anniversario dell’istituzione del Premio letterario “Galileo” per la divulgazione scientifica, realizzato in collaborazione con l’Università di Padova. E arriva anche, casualmente, a anche qualche settimana di distanza dalla visita di un altro Angela, Alberto, che proprio di recente è passato dal Bo per delle riprese, dedicando anche un incontro agli studenti di Medicina.

Tartellette di frolla ai ceci con kiwi, avocado e yogurt

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi