Arriva il divieto di caccia nel boschetto delle volpi

SELVAZZANO. La famigliola di volpi (in foto)che ha trovato rifugio nel boschetto della ex discarica di via Bressan, tra Selvazzano e Caselle, può dormire sonni tranquilli. Il sindaco Enoch Soranzo...

SELVAZZANO. La famigliola di volpi (in foto)che ha trovato rifugio nel boschetto della ex discarica di via Bressan, tra Selvazzano e Caselle, può dormire sonni tranquilli. Il sindaco Enoch Soranzo ha firmato l’ordinanza del divieto di caccia nel sito comunale per ragioni di “pubblica incolumità”. Vicino al boschetto ci sono infatti alcune case, il canile dell’Usl e la strada. «Abbiamo inviato l’ordinanza in Prefettura come previsto in questi casi dalla normativa», fa sapere il primo cittadino. «Appena riceveremo risposta faremo installare tutt’intorno all’area le tabelle di divieto». In difesa delle volpi di via Bressan circa un mese fa c’era stato un sit-in organizzato nei pressi del canile da un residente del posto, che da anni monitora la situazione nella ex discarica, in collaborazione con l’Enpa. In quell’occasione era stata dimostrata la presenza di almeno tre esemplari di questi animali selvatici che hanno trovato tra la fitta vegetazione di rovi nel boschetto un habitat ideale. Il fatto che non esistesse un divieto di attività venatoria rischiava di mettere a rischio la famigliola. (g.b.)

Video del giorno

La moglie, Elena Panciera, ricorda tra le lacrime il marito Federico Lugato

Barbabietola con citronette alla senape e sesamo

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi