Le spoglie di San Leopoldo a Roma per il Giubileo

Due settimane di veglie e celebrazioni da papa Francesco. L’arrivo insieme a Padre Pio. Ad aprile tappa a Zagabria

PADOVA. Schivo com’era, padre Leopoldo Mandic„ difficilmente avrebbe voluto stare al centro dell’attenzione. A Roma, dal Papa, poi - se proprio avesse dovuto - ci sarebbe andato con un treno, seconda classe, posto in fondo. E invece stamattina prima dell’alba sarà caricato su un’ambulanza della Croce Verde che porta il suo nome e avrà sette volontari a lui dedicati, più altri nove in arrivo per un secondo turno.

Le spoglie di San Leopoldo partono per Roma

E dietro il mezzo della Croce Verde, che odora ancora di nuovo e di acqua benedetta, ci saranno due pulmini pieni di frati cappuccini e un’auto dei carabinieri che lo scorterà per tutta la durata della sua trasferta romana, quindici giorni. Roma è la destinazione, il Giubileo della Misericordia il motivo. Alle 15 di oggi le spoglie di San Leopoldo saranno al centro della basilica di San Giovanni al Verano, accanto a quelle di Padre Pio. Ed è inutile dire che tutto il mondo avrà gli occhi puntati su questi due santi, così diversi ma entrambi capaci di suscitare devozione.

Martedì mattina davanti al santuario di piazzale Santa Croce, i frati e i volontari dell’associazione hanno fatto le prove generali del viaggio che comincia oggi. La teca con le spoglie di San Leopoldo pesa un quintale e mezzo. «Serviranno più volontari per spostarla e bisognava assicurarsi che sia imbragata e legata per bene dentro l’ambulanza», ha spiegato padre Flaviano Gusella, rettore del santuario. Nella prima squadra di volontari - che gratuitamente si sono messi a disposizione per questa trasferta - ci sono il presidente della Croce Verde Carlo Bermone, la vice Antonella Falconi, Roberto Roman, Claudio Nicetto, Roberto Peripolli, Michele Levorato e Aldo Rampone. Al volante si alterneranno in tre. Autostrada fino a Roma in corteo, all’una ci sarà una liturgia d’accoglienza a San Lorenzo, alle 18 una messa, alle 21 una veglia di preghiera come quella che ieri sera ha salutato le spoglie del Santo in partenza. Ma il calendario delle prossime settimane è fittissimo, dalle messe del mattino alle veglie notturne fino ai tre giorni di esposizione a San Pietro (7-9 febbraio), alla messa del 9 con il Papa - appuntamento alle 7.30 del mattino solo per i frati - e a quello del 10 a San Pietro ancora con papa Francesco ma davanti a migliaia di fedeli. Sulla strada del ritorno, San Leopoldo farà tappa a Loreto per tre giorni e poi a Bologna, dove le spoglie saranno esposte nella chiesa di San Giuseppe Sposo dei frati cappuccini il 14 e il 15. Poi il 16 tornerà a Padova, al Santo, dove sarà accolto in mattinata con una liturgia e in serata con una veglia durante la quale i frati del Santo ricorderanno i loro rapporti con padre Leopoldo. Il 17 sarà invece il giorno del ritorno nel suo santuario e dell’apertura della Porta Santa di piazzale Santa Croce, ultima delle cinque Porte della Misericordia scelte da don Claudio Cipolla, vescovo che a San Leopoldo è devoto non meno di papa Francesco.

Ma la notizia annunciata ieri da padre Flaviano è che il “tour” di San Leopoldo non finirà a febbraio. Ad aprile - dal 13 al 18 - la trasferta sarà replicata ma verso oriente. Le spoglie del frate che in vita sognava di riunificare i cristiani d’oriente e d’occidente - oltre che di diventare quel confessore noto a tutti per sensibilità, discrezione, disponibilità a pazienza - saranno ospitate per qualche giorno a Zagabria. E sarà il primo ritorno a casa del croato Bogdan Mandi„, che è originario di Castelnuovo di Cattaro, in Dalmazia (oggi Herceg Novi, in Montenegro). Un secolo e mezzo esatto dopo la nascita.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Prostituzione e violenze sessuali, sgominata a Bologna banda che reclutava giovani ragazze albanesi

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi