Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Otto defibrillatori agli sportivi dalla Bcc Annia

Altri otto defibrillatori donati alle società sportive della Bassa padovana e del Rodigino dalla Bcc Annia. Gli apparecchi salvavita, in grado di essere usati anche da chi non opera nel settore...

Altri otto defibrillatori donati alle società sportive della Bassa padovana e del Rodigino dalla Bcc Annia. Gli apparecchi salvavita, in grado di essere usati anche da chi non opera nel settore sanitario, sono stati consegnati ai delegati di dieci associazioni sportive di Cartura, Bagnoli, Arre, San Pietro Viminario, Ponte San Nicolò, Padova, Lendinara e Rosolina, Bagnoli, Arre. Gli allenatori e i preparatori atletici hanno ricevuto anche 33 attestati del corso formativo “Blsd” dedicato all’ ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

Altri otto defibrillatori donati alle società sportive della Bassa padovana e del Rodigino dalla Bcc Annia. Gli apparecchi salvavita, in grado di essere usati anche da chi non opera nel settore sanitario, sono stati consegnati ai delegati di dieci associazioni sportive di Cartura, Bagnoli, Arre, San Pietro Viminario, Ponte San Nicolò, Padova, Lendinara e Rosolina, Bagnoli, Arre. Gli allenatori e i preparatori atletici hanno ricevuto anche 33 attestati del corso formativo “Blsd” dedicato all’uso corretto del defibrillatore in caso di pronto intervento, organizzato a Conselve il mese scorso da personale sanitario abilitato. Già un anno fa la Bcc aveva donato, con il progetto “Banca Annia mi fa battere il cuore”, otto defibrillatori ad altrettante società sportive. Durante il corso il cardiologo Loris Roncon, direttore del reparto di Cardiologia dell’Usl 18 di Rovigo, ha sottolineato come il defibrillatore “Dae” permetta di intervenire con rapidità, a patto che la cittadinanza sia informata sulla disponibilità di questi strumenti. «È un modo per proteggere i nostri giovani e tutti coloro che praticano uno sport nel nostro territorio», ha concluso il presidente della Bcc Mario Sarti. (n.s.)