Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Niente allenamenti e partita rinviata

Si ferma l’Asd Junior Anguillara: «Siamo tutti sconvolti, è il momento del ricordo»

ANGUILLARA. Il mondo del calcio si ferma in segno di lutto e di rispetto nei confronti della famiglia Morello. Domani gli atleti della Usd Junior Anguillara, formazione che milita in Seconda Categoria, non scenderanno in campo. Avrebbero dovuto incontrare la Santangiolese in casa ma hanno chiesto e ottenuto dalla Federazione in rinvio della partita. Fra i giocatori della prima squadra ci sono infatti anche gli allenatori dei bambini. Troppo grande il dolore per lasciare spazio al gioco, tro ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

ANGUILLARA. Il mondo del calcio si ferma in segno di lutto e di rispetto nei confronti della famiglia Morello. Domani gli atleti della Usd Junior Anguillara, formazione che milita in Seconda Categoria, non scenderanno in campo. Avrebbero dovuto incontrare la Santangiolese in casa ma hanno chiesto e ottenuto dalla Federazione in rinvio della partita. Fra i giocatori della prima squadra ci sono infatti anche gli allenatori dei bambini. Troppo grande il dolore per lasciare spazio al gioco, troppo forte la commozione per concentrarsi sulla partita. Il piccolo Giovanni aveva iniziato a tirare i primi calci al pallone da alcuni mesi con i coetanei dei “Piccoli Amici”, allenati da Davide Drandi e Paolo Sattin, atleti della prima squadra. La sua scomparsa improvvisa ha gettato nello sconforto l’intera società che ha deciso di sospendere gli allenamenti e anche le partite. «È giusto fermarsi» spiegano i dirigenti dell’Usd Junior Anguillara «perché questo deve essere il tempo del ricordo e della solidarietà alla famiglia colpita da una così grave tragedia. Siamo tutti sconvolti e affranti, rivediamo il piccolo Giovanni divertirsi con gli altri bambini in campo, provare la gioia di praticare uno sport insieme agli amici, e non ci sembra vero non poterlo più vedere con la sua maglia. Gli allenamenti avrebbero dovuto riprendere proprio in questi giorni dopo la pausa natalizia ma abbiamo scelto di aspettare ancora un po’». Gli sportivi si vogliono anche preparare per l’ultimo saluto a Giovanni, nel giorno del funerale, e stanno pensando al modo migliore per ricordarlo, per lasciare un segno, con la dovuta discrezione e delicatezza. Anche le società sportive dei centri vicini, da Bagnoli a Tribano, da Conselve ad Agna, si uniscono al cordoglio inviando messaggi di solidarietà e vicinanza agli atleti di Anguillara e alla famiglia di Giovanni. (n.s.)