Bimbo morto a 6 anni per un'influenza: indagati i medici

Giovanni Morello, 6 anni, viveva ad Anguillara Veneta

Anguillara Veneta, la procura sequestra la cartella clinica dei piccolo Giovanni Morello e ordina l'autopsia che si svolgerà la settimana prossima

ROVIGO. Il pubblico ministero rodigino Davide Nalin in merito alla morte di Giovanni Morello, il bimbo di 6 anni di Anguillara Veneta morto in circostanza ancora non chiare, ha aperto un fascicolo per omicidio colposo e ha iscritto nel registro degli indagati tutti i medici che lo hanno visto dal suo accesso al pronto soccorso fino alla morte avvenuta mercoledì mattina. In termini tecnici si chiama "forma garantita" ossia si permette ai sanitari di tutelarsi e di poter partecipare all'esame necroscopico con un proprio consulente e un avvocato.

La procura inoltre ha sequestrato le cartelle cliniche. L'autopsia, che in un primo momento pareva dovesse essere fatta oggi (giovedì 14 gennaio 2016), si farà invece la settimana prossima.

Giovanni frequentava la prima elementare ed era sano e vivace. Giovedì una maestra ha chiamato i genitori, il bimbo aveva vomitato e non stava bene. In giornata finisce al pronto soccorso, ma non emerge nulla.

Domenica il ricovero all'ospedale di Rovigo per una gastroenterite, ma nulla di preoccupante, l’ecografia è negativa per segni di occlusione. La mattina di mercoledì l’addome diventa dolente, il bimbo peggiora. Viene sottoposto a radiografia ma non emerge alcuna perforazione. Improvvisamente diventa meno vigile, si prepara tutta l’équipe per l’intervento. Ma alle 9,30 il bimbo va in arresto cardiaco. Per 45 minuti i medici tentano la rianimazione. Inutilmente.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

A Gardaland apre Jumanji la nuova attrazione che fa l'occhio all'archeologia. L'anteprima

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi