Romantic Photoday, Prato della Valle diventa un set

La piazza più grande d'Europa trasformato per un pomeriggio nel set fotografico delle dive di domani

La piazza più grande d'Europa trasformato per un pomeriggio nel set fotografico delle dive di domani. Parola d'ordine: la bellezza. Quella delle modelle ma anche dell'architettura di Prato della Valle per un'ambientazione unica, illuminata da un inaspettato bagno di sole e dal caleidoscopio delle luminarie natalizie. Una trentina di modelle dai 14 ai 32 anni, oltre cento fotografi da tutto il territorio nazionale, truccatrici e artisti del make up pronti a sfoggiare la loro creatività e maestria nella valorizzazione del volto femminile.

Numeri ancora una volta di successo per il “Romantic PhotoDay”, il modelsharing più grande d'Italia tornato a fare tappa in città. L’evento è stato organizzato dal fotografo padovano Alberto Still che, all’insegna del moto “We value your beauty”, ha riunito numerosi operatori del mondo dell'immagine che si sono messi a disposizione gratuitamente di ragazze, modelle e hostess per dare ulteriore valore alla loro bellezza. Loro, le ragazze, sono arrivate da tutto il Nord Italia e non solo. C'è chi, per non mancare, è arrivata anche da Lecce e addirittura da Parigi. Professioniste del settore ma anche tante debuttanti che per una volta hanno potuto provare il brivido dello scatto, la posa da vera protagonista, provando l'euforia di avere tanti occhi puntati su di se. Un'opportunità unica per le protagoniste che hanno colto l'opportunità di potere arricchire il proprio book fotografico. Senza escludere la rete di nuovi contatti professionali per sviluppare la propria carriera. Per i fotografi invece a disposizione, sempre gratuitamente, delle meravigliose creature da immortalare per i loro archivi. Colore dominante è stato il rosso. Quello degli abiti, ma anche degli accessori, dei capelli e dei riflessi delle acconciature. Una scelta voluta e intonata alla scenografia delle luminarie e all'atmosfera del natale. Senza dimenticare il contrasto cromatico, accentuato ai massimi livelli, con gli elementi architettonici. Un calore inaspettato e mai così gradito insomma che, ha riscaldato tutta la piazza e le miglia di persone presenti nella giornata dell'Epifania. Una piazza trasformata in un grande sogno collettivo, capace di emozionare partecipanti e spettatori.

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi