La "vecia" brucerà solo dieci minuti

Il falò della befana in Prato della Valle

Il tradizionale rogo della befana verrà spento dai vigili del fuoco per non inquinare

PADOVA. Quest’anno la "vecia" brucerà solo dieci minuti, invece che sei o sette ore. Come avviene ormai da dodici anni, anche mercoledì 6 gennaio è previsto il tradizionale appuntamento con il rogo della Befana in Prato della Valle, ma questa volta il falò non sarà lasciato acceso fino al naturale spegnimento, e verrà interrotto dopo pochi minuti dagli idranti dei pompieri. La decisione di ridimensionare la durata delle fiamme di "Brusa la Vecia", che in media resistevano circa 5 ore, è stata presa dal comando dei vigili del fuoco in accordo con l’amministrazione comunale, per non incidere sul livello d’inquinamento che in queste ultime settimane ha fatto registrare numeri record.

"Sappiamo che questo è un momento molto atteso dai padovani, e per questo abbiamo deciso che non poteva assolutamente essere interrotto - ha spiegato il comandante provinciale dei vigili del fuoco, Francesco Notaro - ma nello stesso tempo è giusto cambiare le politiche legate all’inquinamento, e seppur consapevoli che non verranno bruciati materiali innaturali, per rispettare l’ambiente faremo in modo che il falò duri il meno possibile ed interverremo dopo pochi minuti".

Una scelta voluta per concedere comunque ai padovani lo svago legato dalla presenza del rogo della Befana in piazza, ma senza voler gravare sui livelli di pm10, che a Padova hanno raggiunto numeri superiori a quelli consentiti. Numeri che hanno anche costretto l’amministrazione comunale ad anticipare di una settimana il blocco delle auto non catalizzate (Euro0, Euro1 e Euro2 diese, alle Euro0 e Euro 1 benzina e alle moto immatricolate prima del 2000), previsto per lunedì 11 gennaio, e invece già iniziato. Tornano alla Befana, la pira verrà allestita già oggi (tempo permettendo) e sarà sorvegliata durante la notte dai vigilantes, fino a domani, quando inizieranno le attività e gli eventi. Prima del grande falò previsto per le 17, infatti, dalle 14.30 ci sarà la distribuzione di circa 8mila calzette di dolci per i bambini, offerte dai supermercati Pam, e poi diversi momenti d'intrattenimento musicale.

A condurre l’animazione, gestita da Daigo Music School, ci saranno Filippo Ferraro, Chris Lirussi e il Dj Matteo Demo, mentre ad allietare il pomeriggio è previsto anche il giro gratuito per Prato della Valle sui sedili di un trenino allestito per l’occasione. Saranno anche serviti cioccolata calda e vin brulè, e con una offerta minima sarà possibile aiutare le donne vittime di violenza, poiché tutto il denaro raccolto verrà interamente devoluto alla Casa di Fuga del Comune di Padova.

"Credo sia un ottimo modo di chiudere le festività natalizie, che a Padova hanno avuto un grande successo, nonostante qualche polemica - ha dichiarato il vicesindaco, Eleonora Mosco -  ed è bello che i protagonisti siano stati i principali protagonisti. Ci lasciamo alle spalle un anno caratterizzato, purtroppo, anche da eventi drammatici, ma ci ripresentiamo pronti ad accogliere il 2016 carichi d’entusiasmo e buoni propositi".

 

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi