Gli ambientalisti diffidano Claudio a non tagliare alberi

ABANO TERME. L’Associazione Salviamo gli Alberi, il Comitato Difesa Alberi e Territorio e il Gruppo di Lavoro per i Tavoli Verdi hanno diffidato il sindaco Luca Claudio, il consigliere al Verde...

ABANO TERME. L’Associazione Salviamo gli Alberi, il Comitato Difesa Alberi e Territorio e il Gruppo di Lavoro per i Tavoli Verdi hanno diffidato il sindaco Luca Claudio, il consigliere al Verde Massimo Barcaro il del capo dell’Ufficio Tecnico Maurizio Spadot. La diffida è contro la volontà comunale di procedere a un nuovo riassetto del patrimonio arboreo per ragioni di sicurezza e per sistemare i marciapiedi. Il progetto da 500 mila euro riguarda il quartiere Pescarin, dove è previsto l’abbattimento di decine di alberi.

«Diffidiamo il Comune dal tagliare qualsiasi albero senza il preavviso di 30 giorni alla popolazione tramite sito web, nel rispetto del decreto sulla trasparenza delle Pubbliche Amministrazioni», spiega il presidente di “Salviamo gli Alberi” Paolo Merlini. «Vietiamo l’abbattimento in assenza della pubblicazione di perizie scientificamente valide sul rischio di stabilità degli alberi in abbattimento. Dovessero essere toccate le piante sane il sindaco e i dirigenti saranno ritenuti responsabili penalmente e in solido dei danni patrimoniali, estetici, paesaggistici e ambientali arrecati al patrimonio arboreo. Ogni albero vale dai 15 ai 20 mila euro». Ma il sindaco annuncia che non si fermerà, poiché per lui è tutto in regola. (f.fr.)

Fiammiferi di asparagi con aspretto di ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi