Deciso l’abbattimento di decine di alberi

In via Pescarini ad Abano saranno sostituite le piante a rischio. Il sindaco: «Le radici rendono insicuri i marciapiedi»

ABANO TERME. C’è un nuovo progetto, con un preventivo da 500 mila euro, per la riqualificazione arborea della città e ka sistemazione di alcuni marciapiedi. Il sindaco Luca Claudio non molla su un’operazione che nel recente passato ha suscitato tante contestazioni. Previsto il taglio e la sostituzione immediata di alcune decine di piante.

Stavolta l’operazione riguarderà il quartiere Pescarini. Gli interventi saranno effettuati in via Previtali, Ghislandi, Moroni, Marini, Busi, Moretto da Brescia e Palma il Giovane. «Lungo queste vie i marciapiedi sono ormai disastrati», spiega il sindaco. «Abbiamo ricevuto tantissime segnalazioni da parte dei residenti. Rattoppare i marciapiedi non basta più. Abbiamo deciso di affidare al dottor Paolo Pietrobon l’analisi delle condizioni fitosanitarie delle piante e del loro stato vegetativo. Saranno abbattute soltanto le piante pericolanti, senza toccare quelle sane. Abbiamo ricevuto nell’ultimo periodo tre richieste di risarcimento danni. In due casi i residenti facevano fatica ad aprire il cancello di casa a causa delle radici. La sicurezza stradale e quella dei cittadini va messa al primo posto». L’intervento studiato dal Comune di Abano sarà meno impattante rispetto a quelli del passato. «Lo sfoltimento sarà del 50% delle piante», sottolinea Luca Claudio. «Taglieremo una pianta sì e una no, andando comunque a sostituire ogni albero che andremo ad abbattere».

Sarà la prima parte di un progetto di sistemazione dei marciapiedi. «Per sistemarli tutti» aggiunge Claudio «ci vorrebbero dai 3 ai 4 milioni di euro».

Ma non finisce qui l’intervento sul patrimonio arboreo di Abano. Il Comune ha rilevato la necessità di effettuare la valutazione della stabilità di una ventina di esemplari arborei nel territorio comunale, tra i quali alcuni pinus pinea nel quartiere Pescarini, alcuni pioppi in via Cesare Battisti, un pioppo bianco di fronte alla scuola primaria Giovanni Pascoli e un pioppo cipressino in via Facciolati. Anche qui l’incarico è stato affidato, per 1830 euro, alla ditta Silvatica di Villorba del dottor Pietrobon.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi