Militare americano beve, ruba e scappa: fermato dai baristi

Parapiglia in via Roma domenica sera al Caffè Veneto. Longato: «Era una furia, l’ho fermato grazie ai miei colleghi». E poi il soldato ha colpito anche i carabinieri

CENTRO. Forti della loro stazza e forse anche della loro professione hanno consumato due birre, non le hanno pagate e prima di uscire hanno anche rubato un quadro del locale. Due militari americani di stanza a Vicenza credevano di cavarsela con un semplice “bye bye”. Ci ha pensato Daniele Longato, 30 anni, titolare del Caffè Veneto di via Roma e allenatore delle giovanili del Calcio Padova, a far capire loro che no. Così non funziona.

Li ha rincorsi, ne ha fermato uno aggrappandosi ai suoi capelli e ha provato a immobilizzarlo. È nata una violenta colluttazione ma, alla fine, ha avuto la meglio. La storia, purtroppo, non finisce qua. Caleb Wayne Holloway, 20 anni, soldato americano, non soddisfatto di quanto combinato fino a quel momento, si è rivoltato anche con i carabinieri. Prima si è rifiutato di consegnare loro il documento, poi li ha anche colpiti. Per questo è stato arrestato.

Il parapiglia è scoppiato domenica sera in via Roma, nel cuore del centro storico. Il Caffè Veneto, aperto il 20 agosto scorso, era pieno di gente. «Sono entrati insieme» racconta Daniele Longato. «Hanno ordinato le due birre più costose e si sono seduti a un tavolino. A un certo punto li abbiamo visti uscire e ci hanno salutato in modo ironico. Li ho rincorsi perché sapevo che non avevano pagato. Si sono messi a correre ma io sono molto più allenato di loro. Ne ho fermato uno ma era una furia. Per fortuna sono stato aiutato da due dipendenti che mi hanno raggiunto dopo poco. Nella colluttazione è caduto anche il suo zainetto: all’interno c’era uno dei nostri quadri. L’aveva rubato».

Daniele Longato è stato medicato in pronto soccorso e dimesso con una prognosi di tre giorni. Il militare americano è finito in manette per i reati di rapina in concorso, resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali e rifiuto di fornire indicazioni sulla propria identità.

e.ferro@mattinopadova.it

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Video del giorno

Cumuli di immondizia e rifiuti ingombranti abbandonati all'Arcella

Gelato vegan al latte di cocco e ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi