Bitonci: "Bandire Islam se non condanna l'attentato"

Tra le prime reazioni alla gravissima situazione di Parigi, ad attentati ancora in corso, arriva quella del primo cittadino: "Ci chiediamo se può esistere un Islam moderato". Il Pd: "Conservare sempre razionalità e umanità"

PADOVA. Tra le primissime reazioni ai fatti di Parigi, alle 23.38 e ad attentati ancora in corso, arriva quella del sindaco leghista Massimo Bitonci. “Le notizie frammentarie che giungono da Parigi ci feriscono e ci interpellano. Esiste un islam moderato? – si chiede primo cittadino – L’Europa deve riscoprire le sue radici cristiane e ricostruirsi attorno ad esse. Non agire secondo Ragione, come ricordava il nostro grande papa emerito Benedetto XVI, è contrario alla natura di Dio. Chi uccide in nome di Dio, è contrario alla Ragione e al senso stesso di Dio".

"Per questo è necessario che tutti i musulmani d’Italia e d’Europa, non solo condannino gli attacchi di Parigi, ma affermino che la violenza, come ripeteva lo stesso Benedetto XVI, è in contrasto con la natura di Dio e con il desiderio di bene che è insito nell’uomo. Se non lo faranno, dovranno essere banditi dalle nostre comunità”, conclude il sindaco.

Bettin (Pd): "Conservare razionalità e umanità". A stretto giro di posta arriva il commento del segretario provinciale del Pd Massimo Bettin: "Quello di Parigi è un disastro - sottolinea - Tutti ora sforziamoci di ricordare che difenderemo meglio i nostri valori dai barbari e dalla barbarie se non ci lasceremo terrorizzare e conserveremo razionalità e umanità.

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi