Spritz, vigili anti-degrado ogni sera nelle piazze

Nel progetto «Padova sicura» la task-force contro spaccio, rumori e schiamazzi. A dicembre agenti su bus e tram per Natale. Un numero diretto per i negozianti

PADOVA. Task-force contro il degrado nelle piazze durante il rito dello spritz. E poi il rafforzamento della vigilanza su tram e autobus nel periodo natalizio. È il progetto «Padova sicura», che punta a premiare con incentivi in denaro i vigili che si rendono disponibili a maggiori servizi sulla strada. E che è stato finanziato con i soldi provenienti dalle multe degli autovelox. Il budget totale è di 560 mila euro.

Controlli nelle piazze. Una delle azioni principali del progetto è quella del controllo nelle piazze in occasione del “rito dello spritz”. È la prima reazione dell’amministrazione dopo la bocciatura al Tar dell’ordinanza con cui si imponeva al kebab di piazza delle Erbe la chiusura anticipata alle 14. In pratica tutte le sere, dal mercoledì al sabato, in piazza oltre ai giovani che prendono l’aperitivo ci saranno sei agenti in borghese più un ufficiale che farà da coordinatore. Avranno a disposizione tutti i mezzi del reparto di polizia giudiziaria: narcotest, telecamere, auto civetta, bici e scooter senza insegna. Ogni pattuglia ha l’obiettivo di fare almeno 4 interventi a sera, impegnandosi contro lo spaccio di droga, gli schiamazzi, l’abbandono di bottiglie vuote, il “soddisfacimento di esigenze fisiologiche lungo le strade”, l’imbrattamento di monumenti e altre violazioni del regolamento di polizia urbana. Per questa azione sono stati stanziati 60 mila euro. Per adesso la scadenza è il 31 dicembre, ma se l’esperimento darà esito positivo ripartirà in primavera.

Il degrado dello spritz. Secondo il rapporto stilato per il progetto «Padova sicura», nonostante l’impegno dell’amministrazione, la situazione nelle piazze non è affatto migliorata. «La presenza di maghrebini dediti all'attività di spaccio è ultimamente aumentata poiché, com’è noto, i recenti flussi migratori hanno alimentato il mercato della droga – si legge nel progetto, scritto in “burocratese” – Creando un effetto “concorrenza” che ha dato come risultato un perenne stato di conflitto tra loro, il quale ha raggiunto l'iperbole della lite con l’accoltellamento di alcuni giorni or sono». I vigili lamentano la difficoltà di intervento nel contesto dell’aggregazione in piazza: «Non si è riusciti a raggiungere un livello apprezzabile di incisività nell'azione repressiva, in quanto sia i ragazzi consumatori sia gli spacciatori, alla vista del persona in divisa si nascondono, approfittando della folla che rende il contesto difficilmente controllabile».

Natale sicuro. A partire dal 5 dicembre poi arriverà il potenziamento dei controlli in città in occasione del periodo natalizio. L’obiettivo è di organizzare due turni al giorno (dalle 9 alle 14 e dalle 14 alle 19) con 4 agenti ciascuno, coordinati da un ufficiale. Saranno in borghese e vigileranno sullo shopping natalizio in bici, moto e anche “appiedati” su autobus e tram. I controlli riguarderanno in particolare borseggi, accattonaggio molesto, contrasto a furti e rapine, commercio abusivo ed anche la fluidità della circolazione pedonale in centro. Un’altra idea è quella di inviare una lettera a tutti i commercianti con un numero di telefono per le segnalazioni, evitando così il centralino del comando e rivolgendosi direttamente agli uomini in strada.

Le altre azioni. Per incentivare gli agenti a maggiori controlli sono stati inserite nel progetto anche altre azioni. Ci sono 70 mila euro per aumentare i controlli sulle auto con targhe straniere (in particolare su quelle senza assicurazione), poi altri 45 mila euro per i controlli notturni nei quartieri con particolare attenzione nei giorni di mercoledì, venerdì e sabato tra le 16 e le 2 di notte. E ancora: 50 mila euro per i controlli sui tir e altrettanti per verificare chi guida ubriaco o drogato. Con altri 50 mila euro si vogliono incentivare i controlli sulle sale scommesse, per verificare il rispetto dell’ordinanza che fissa gli orari di apertura dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 22. Infine 35 mila euro per le verifiche edifici e aree abbandonate e zone utilizzate per bivacchi. E altri 150 mila euro per premiare chi lavora la domenica e nelle festività.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Girotto, candidato no vax alle comunali di Padova: progetto di dittatura a tutti gli effetti

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi