“Salviamo gli alberi” contesta la deroga per il Due Torri

ABANO TERME. L’associazione “Salviamo gli Alberi” scende in campo contro l’ampliamento concesso in deroga dalle distanze dai confini dal consiglio comunale all’Hotel Due Torri. «Un territorio non...

ABANO TERME. L’associazione “Salviamo gli Alberi” scende in campo contro l’ampliamento concesso in deroga dalle distanze dai confini dal consiglio comunale all’Hotel Due Torri. «Un territorio non può essere governato attraverso interventi in deroga alla normativa generale ma con una visione comune», osserva il presidente dell’associazione Paolo Merlini. «Procedere caso per caso instaura nel cittadino l’idea che si può ottenere una cosa negata ad altri attraverso un rapporto personale con l’amministrazione e questo porta inevitabilmente al clientelismo. Il caso specifico, la deroga per l’Hotel Due Torri di costruire senza la prescritta distanza dai confini dell’area storica del Montirone, assume anche l’aspetto di uno scempio ambientale che sicuramente la Soprintendenza, allo scopo allertata, impedirà. Il Montirone è una realtà importante per Abano che racconta l’affiorare nel passato dell’acqua termale e per questo non può essere aggredito da nuove costruzioni».

L’associazione denuncia con forza questo che definisce «un ulteriore attacco al territorio». Conclude Merlini: «L’ambiente ormai non è più gestito con una visione lungimirante ma attraverso supine accettazioni da parte dell’amministrazione, rispetto a decisioni prese dai privati che pensano solo al loro tornaconto. La nostra città termale merita di meglio e la nostra associazione sempre si batterà per questo». (f.fr.)

Banana bread al cioccolato

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi