Installate delle transenne anti-bivacco

Iniziativa del Comune contro il degrado tra piazza Rabin e Prato della Valle

PADOVA. Sul frontone dell’ex Foro boario, tra piazza Rabin e Prato della Valle, sono comparse delle transenne. Delimitano la zona del sottoportico, quella che dà verso il grande parcheggio, ed impediscono il passaggio pedonale in direzione del Prato.

Ad una prima occhiata il motivo della chiusura sembra chiaro. All’interno dell’area transennata, a terra, ci sono infatti diversi calcinacci e pezzi di intonaco. L’impressione è quella che si sia voluto bloccare il passaggio per un qualche pericolo di caduta di materiale dall’alto, vista anche la vetustà del frontone costruito tra il 1913 e il 1919. Ma da Palazzo Moroni la spiegazione è diversa: «Sono transenne anti-bivacco», spiega l’assessore all’Edilizia Paolo Botton, «Servono ad evitare che persone poco raccomandabili trascorrano là parte del giorno e ci dormano durante notte, lasciando sul posto tanto di coperte».

Transenne dunque che servirebbero come dissuasori contro il degrado, anche se osservando il frontone non si può dire che non sia in ogni caso presente. Tra calcinacci, sporcizia e brandelli di stoffa a terra, non è certo un bel vedere, soprattutto perché stiamo parlando di uno dei punti d’accesso alla città, dove i pellegrini scendono dai pullman e passando proprio sotto il frontone si dirigono verso la chiesa del Santo

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi