Conigli in libertà in pieno centro

Un gruppo ambientalista lancia l’Sos: «Bisogna evitare che vengano investiti»

ABANO TERME. Dai cinghiali ai conigli. Ad Abano, in pieno centro, sono sempre più frequenti gli avvistamenti di conigli in libertà. Grandi e piccoli. In particolare gli animaletti sono stati notati con una certa frequenza nella zona di confine tra Abano e Montegrotto, alla fine del Parco Urbano Termale. Altri nelle aiuole del parcheggio vicino al Ritz, dove sono diventati un’attrazione anche per i turisti.

A difesa dei conigli nei giorni scorsi è sceso in campo ancora una volta il Gruppo di Intervento Giuridico dei Colli Euganei. Con una missiva spedita al Comune, il Gruppo di Intervento Giuridico ha chiesto all’Amministrazione Comunale di intervenire a salvaguardia dei coniglietti. Per evitare che facciano una brutta fine. Il Gruppo di Intervento Giuridico, nella lettera, si è detto molto preoccupato per la sorte degli animaletti, che potrebbero essere investiti dalle auto.

L’associazione ambientalista si era già fatta sentire lo scorso 25 novembre con un esposto alla Polizia Locale, al quale aveva fatto seguito un avvertimento all’Uls. Alla missiva spedita dal Gruppo di Intervento Giuridico risponde il consigliere con delega al Verde pubblico del Comune di Abano Massimo Barcaro. «Chiedo un confronto diretto con i responsabili e gli associati del gruppo per studiare assieme il da farsi», osserva Barcaro. «Ci possono essere diverse vie d’uscita, come per esempio recintare la zona in cui sono maggiormente presenti, in modo che i conigli non attraversino la strada. Per evitare poi che gli animaletti possano essere vittime di incidenti la Polizia Locale ha già in mente di installare una segnaletica che indichi il pericolo agli automobilisti. Segnaletica che stiamo installando anche e soprattutto per avvertire i cittadini e gli automobilisti della possibile presenza di cinghiali nelle zone di Monteortone, Monterosso e San Daniele. Il problema dei cinghiali è una delle grandi emergenze che ci attendiamo che il Parco Colli o la Regione Veneto riesca a risolvere in fretta».

Federico Franchin

Fiammiferi di asparagi con aspretto di ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi