Tony Gallo: "Dai capelli, al rock, fino ai quadri: la mia arte esprime quello che sono"

Il pittore padovano Tony Gallo, dopo il successo della sua esposizione alla Gran Guardia, racconta come in pochi anni sia diventato un elemento di spicco della street art

PADOVA. Ospite degli studi della web tv del Mattino di Padova, il pittore Tony Gallo (nome d'arte di Alberto Tonello), quarantenne padovano dell'Arcella, mancino e fin da piccolo attratto da ogni forma di espressione artistica, racconta se stesso a Leandro Barsotti. "Faccio ancora il parrucchiere, ho suonato a lungo la chitarra nella band Stato Bardo, poi ho cominciato a dipingere per soddisfare qualcosa che mi mancava dentro, quasi per istinto..." La sua mostra negli spazi comunali della Gran Guardia ha riscosso un ottimo successo: i suoi cuori stilizzati, i suoi bambini con la doppia pelle di umano e animale, la sua vegetazione sognante.

Videointervista con lo street artist Tony Gallo

"Adesso le cose cominciano ad andare bene" ci ha detto Tony Gallo, "e il mio sogno è cominciare ad esporre all'estero. Qualche contatto c'è già, non vedo l'ora di farmi conoscere fuori confine".

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Alla scoperta di Palazzo Bo e degli arredi di Gio Ponti

Focaccia con filetti di tonno, cipolla rossa e olive

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi