La Querini ricorda Piero Monico

Avvocato e protagonista della Resistenza, guidò la Fondazione

VENEZIA. La Fondazione Querini Stampalia di Venezia ricorda Piero Monico (1899-1964), avvocato, esponente della Resistenza e amministratore della Querini dal 1945 al 1964. Martedì alle 17.30, ne tracceranno un profilo Marino Cortese, presidente della Fondazione; Zeno Forlati, avvocato e Mario Isnenghi, professore emerito di Ca’ Foscari. Sarà presentato il volume a lui dedicato e intitolata al suo nome una sala della Biblioteca.

Il volume esce in occasione del 70° anniversario della Liberazione di Venezia, avvenuta il 28 aprile 1945, ed è dedicato a Piero Monico che di quegli eventi fu protagonista e che dal Cln Veneto ricevette l'incarico di Commissario Straordinario della Fondazione Querini Stampalia, che poi continuò ad amministrare per diciannove anni.

Nel testo sono contenuti il saluto che Carlo Ottolenghi indirizzò all’amico scomparso e un “ricordo” di Eurialo De Michelis pronunciati il 21 novembre 1964 nell’aula “Gino Luzzatto” e che successivamente la Fondazione pubblicò. È aggiunta una breve memoria di Marino Cortese sul ruolo che Monico ebbe a Venezia e soprattutto alla Querini Stampalia, cui si dedicò con impegno per la ricostruzione negli anni difficili del Dopoguerra.

Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi