Bitonci dice no a nuovi profughi: non organizzo vacanze per ragazzotti africani

Il sindaco di Padova respinge la richiesta di accoglienza inviata dal prefetto di Venezia Domenico Cuttaia: "Non sono stato eletto per questo"

PADOVA. "Sono stato eletto dalla maggioranza dei padovani per fare il sindaco dei padovani, non per organizzare le vacanze di giovanotti provenienti dall'Africa o dall'Asia”. Massimo Bitonci ha preso così la notizia dell’arrivo di 700 profughi in Veneto, giunta sul tavolo del sindaco attraverso una lettera firmata dal Prefetto di Venezia, Domenico Cuttaia.

Lo stesso Cuttaia ha poi convocato per lunedì prossimo un tavolo di coordinamento regionale d’urgenza per valutare le soluzione alloggiative e assicurare la sistemazione dei migranti. “Alla comunicazione della Prefettura di Venezia giunta a Palazzo Moroni, secondo cui in Veneto dovrebbero arrivare altri 700 migranti rispondo facendo seguito all’appello di Matteo Salvini, condiviso da tanti buoni amministratori” ha risposto Bitonci “a Padova c'è spazio per chi viene anche a dare, non solo a chiedere. L'accoglienza di sedicenti profughi spetta ai complici di questa invasione, che, come è noto, siedono nei banchi del Governo. Interpreto questo ruolo come un padre di famiglia e, in quanto tale, è anzitutto la mia famiglia che sono chiamato a difendere e non stanzierò parte delle scarse risorse che il governo lascia sul territorio per mantenere i clandestini che, secondo Alfano e Renzi, dovrebbero vivacchiare sulle spalle e a rischio della nostra comunità. I pensionati e gli esodati, le giovani coppie, i disoccupati, tutte le vittime della crisi economica e di tre governi non eletti dai cittadini meritano sicurezza e rispetto. Gli agenti di Polizia locale, dell'Arma dei Carabinieri e della Polizia di Stato, a rischio della loro vita, continuano ad arrestare richiedenti asilo che spacciano, delinquono e deturpano la nostra città. Invece di cercare posti letto per i clandestini, Alfano costruisca carceri per i delinquenti che scorrazzano impuniti”, ha chiuso il sindaco di Padova.

Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi