«Opera privata, confronto inutile»

Il sindaco rifiuta la proposta di discuterne con gli albergatori

ABANO TERME. Sulla vicenda del parco acquatico Aquas Abano di San Daniele è rottura totale tra il sindaco Luca Claudio e il presidente dell’Assoalbergatori Emanuele Boaretto. Ieri Claudio e Boaretto non se le sono mandare a dire. Il sindaco ha risposto per le rime alla richiesta di incontro formulata dal presidente degli albergatori, incontro che avrebbe dovuto servire a fare chiarezza sul progetto presentato dalla famiglia Scappini. «L’opera in questione non è pubblica», evidenzia nella missiva spedita a Boaretto lo stesso sindaco. «Pertanto la stessa non necessita di essere illustrata, né condivisa tra Amministrazione e categorie economiche. È un’iniziativa privata per la quale questa Amministrazione ha formulato esclusivamente un plauso per le opportunità che offre al territorio. L’opera non è inserita nel Pat in quanto la destinazione è già inserita da tempo nei precedenti piani regolatori. Si ritiene inappropriato intervenire nel merito di un investimento privato ritenendo che tale investimento possa nuocere ad altrui attività. La libera iniziativa, se rispettosa delle norme, deve essere garantita a tutti. Se volesse avere notizie sull’opera, Boaretto deve rivolgersi alla proprietà».

«Un’altra occasione persa per fare squadra», ribatte Emanuele Boaretto. «Abbiamo chiesto di partecipare in qualità di cittadini e come imprese al processo di governo del territorio rappresentando le esigenze delle categorie. Invece qui ci si comporta come se il territorio intero fosse una proprietà dell’Amministrazione e non il luogo dove vivono e pagano i tributi i cittadini e le imprese. Peccato». (f.fr.)

Banana bread al cioccolato

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi