Toscani cede all'ultimatum di Zaia e si scusa

Il pubblicitario ha scritto una lettera al presidente della Regione per evitare la querela. Ma il governatore chiede ai veneti: "Lo dobbiamo perdonare?"

VENEZIA. Prima dello scadere dell'ultimatum ("O si scusa entro domani o lo querelo"), Oliviero Toscani chiede perdono ai veneti, da lui proditoriamente definiti "ubriaconi atavici" alla "Zanzara". Lo fa con una lettera inviata proprio al governatore Luca Zaia che gli aveva concesso 24 ore per risolvere la cosa per le vie bonarie.

Questo il passaggio chiave: "Chiedo ancora scusa a Lei, che è il Presidente di tutti i Veneti astemi, degli alcolisti sobri e dei bevitori moderati per il linguaggio un po’ leghista che ho usato per fotografare i miei simpatici amici del Veneto". Anche se, toltosi il dente, poi Toscani persevera: "Nella sostanza, però, dentro di me, confermo tutto. Perché c’è un rapporto forte tra territorio, aria, fuoco, odori, saperi e sapori, sapori veneti come la polenta, il fegato alla veneziana, il baccalà alla vicentina, risi e bisi, il risotto alla trevigiana, e le bolle acide del Prosecco, l’alcolicità dell’Amarone, la tossicità del Clinto, la bella incosistenza del Valpolicella, il tannino del Recioto di Soave, l’amarezza del Bardolino, l’asciuttezza del Pinot, il verdognolo del Verduzzo".

Ecco il testo integrale della lettera di scuse di Toscani.

LetteraZaia

Ma il governatore non sembra particolarmente toccato dai toni usati da Toscani. E con un tweet a metà pomeriggio si rivolge direttamente ai veneti lanciando un sondaggio: "Vi sembrano vere scuse?".

Intanto però Toscani non riesce a fermare altri cittadini o associazioni. E' il caso ad esempio di «Veneto Nostro - Raixe Venete» che ha annunciato un'azione legale, con relativa richiesta danni. L'associazione ha dato mandato all'avvocato Matteo Mion di Padova di procedere con una richiesta danni. L'iniziativa segue quella di cinque padovani che hanno presentato querela con una richiesta danni di 5 mila euro. Raixe Venete ha inoltre invitato tutti i veneti a costituirsi parte civile nell'azione legale intrapresa.

Video del giorno

Arresti per infiltrazioni della camorra a Bibione, il video dell'operazione della Dia

Timballo di alici

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi