Nove consiglieri-detective sul caso dell’ex seminario

La maggioranza di Selvazzano fa convocare una seduta straordinaria in Comune scoprendo che Fortin, all’epoca sindaco, dichiara che la struttura è esente da Ici

SELVAZZANO. Il presidente Bruno Natale ha convocato per le 20.30 di lunedì 19 il consiglio comunale di Selvazzano in seduta straordinaria come richiesto dai nove consiglieri di maggioranza diLega, Selvazzano Viva e Cittadini per Selvazzano Dentro. Con un solo punto all’ordine del giorno: «Chiarimenti e informazioni in merito alla sentenza della Commissione tributaria provinciale del 29 dicembre 2014, come apparso sulla stampa e per le dichiarazioni rilasciate anche dall’ex sindaco Paolo Fortin». Da indiscrezioni sembra che nei giorni scorsi i coordinatori delle tre liste si siano recati in municipio a depositare una richiesta di accesso agli atti relativi all’aspetto tributario dell’immobile dell’ex seminario negli anni in cui era al governo Fortin. Non solo del 2008, l’anno dell’accertamento Ici di 397 mila euro inviato alla fine del 2013 dal Comune alla Diocesi e annullato alla fine dello scorso mese dalla Commissione tributaria, ma anche delle annualità antecedenti. Alla richiesta di convocazione del consiglio la maggioranza ha allegato tra l’altro due articoli del Mattino di Padova, del 18 marzo e del 23 ottobre 2014. Il primo riporta un’intervista in cui Fortin dichiarava che il Comune, «dal 2004 al 2010, aveva avuto dal ministero un gettito anomalo per il rimborso Ici».

I 9 consiglieri in un documento presentato al sindaco, che emergerà nel corso del consiglio di lunedì, chiedono sia fatta luce sulla dichiarazione di Fortin agli avvocati della Diocesi, depositata il 19 novembre scorso, «in cui dichiarava che l’ufficio Tributi-Ragioneria del Comune riteneva esente Ici l’immobile del seminario minore ai sensi dell’art. 7, co. 1 del decreto 504/92».

Gianni Biasetto

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Fiammiferi di asparagi con aspretto di ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi