Giovane gay denuncia: aggredito da tassista al grido di "brutto frocio"

Joseph Rubelli è di Spinea

Ferito al labbro, due giorni di prognosi. Zan, deputato del Pd: "Episodio grave, Radio Taxi disponga subito un'indagine interna". La cooperativa: "Faremo una verifica e prenderemo provvedimenti, siamo contro l'omofobia"

PADOVA. Nella serata di ieri, giovedì 18 dicembre, a Padova, un ragazzo gay, Joseph Rubelli, ha denunciato di essere stato malmenato dal tassista di ‘Torino 16’, al grido di "Brutto frocio’”. Ne dà notizia il sito Gay.it dopo che l’episodio è stato denunciato su Facebook dal compagno di Rubelli.

Zan (Pd): "Accertare le responsabilita'". Notizia che viene ripresa in una nota da Alessandro Zan, deputato del Partito Democratico e attivista per i diritti civili: “Avrebbe chiesto al tassista di accompagnarlo a un bancomat perché nel taxi non era possibile pagare con il POS; ne sarebbe nato un diverbio con alcune offese, e il giovane avrebbe chiesto di farlo scendere. Una volta fuori, il tassista lo avrebbe rincorso e schiaffeggiato fino a rompergli il labbro al grido di ‘brutto frocio’. Si tratta di un episodio molto grave, per il quale manifesto tutta la mia solidarietà e vicinanza al ragazzo” prosegue Zan.

“Ritengo doveroso che la cooperativa Radio Taxi Padova disponga nell’immediato un’indagine interna per appurare i fatti e accertare le responsabilità, e nel caso sanzionare pesantemente il tassista. Un gesto importante sarebbe attivare una campagna contro l'omofobia all'interno dei propri taxi coinvolgendo tutto il personale”.

La cooperativa: "Atto grave, verifica e poi provvedimenti". La Cooperativa Radiotaxi di Padova ha preso immediatamente le distanze dall’accaduto con una nota: "Il fatto così come riportato dalla stampa è molto grave, la nostra commissione disciplinare interna si è immediatamente attivata ieri sera dopo l’accaduto, verranno adottate tutte le sanzioni nei confronti del socio, se emergerà un comportamento violento o omofobo il socio verrà pesantemente sanzionato o espulso", dichiarano il vicepresidente Arnaldo Libero e il consigliere Alexander Stefan.

"Ci teniamo a sottolineare che sono estranei alla Cooperativa Radiotaxi di Padova ogni atteggiamento o pensiero omofobo, questo episodio deve essere considerato assolutamente fuori dal nostro codice di condotta etico. I tassisti di Padova, si rendono da subito disponibili ad incontrare la vittima dell’aggressione e i vertici dell’Arcigay di Padova. Siamo molto vicini a Joseph Rubelli e ci adopereremo perché fatti incresciosi come questo non si possano ripetere in futuro".

Arcigay: "Serve una campagna di educazione al rispetto". La posizione dell'Arcigay di Padova è di condanna nei confronti della violenza e vicinanza al ragazzo colpito: "Il rapporto con la cooperativa Radio Taxi è di collaborazione e di massima disponibilità, ci rendiamo conto che le azioni di una persona non possono coinvolgere una categoria professionale. Questo episodio tuttavia mette in luce la necessità di collaborare per scongiurare situazioni analoghe e per ribadire con forza il rifiuto dell’omofobia in ogni sua forma, violenta o meno. Resta l’amarezza per quanto successo e per noi la consapevolezza che in un clima sociale sempre più teso e senza iniziative di educazione al rispetto e di valorizzazione delle differenze, che possano coinvolgere i cittadini e i lavoratori, questi episodi potrebbero crescere in numero e gravità".

De Poli (Udc): "Episodio disgustoso e ripugnante". "Un episodio disgustoso e ripugnante. L'Udc condanna con forza qualsiasi discriminazione e gesto offensivo che non è degno di una società civile. Esprimiamo solidarietà al protagonista vittima delle vessazioni". Lo afferma il vicesegretario vicario dell'Udc Antonio De Poli commentando l'episodiodi omofobia avvenuto a Padova dove un ragazzo gay sarebbe stato aggredito da un taxista.

Secondo De Poli "non c'è spazio per queste espressioni da Medioevo e la politica è chiamata a condannare tali episodi incivili. Mi auguro che Radio Taxi - conclude l'esponente centrista - avvii un'indagine interna per individuare il responsabile di una discriminazione inaccettabile".

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Milan, Salvini contestato durante la festa scudetto: "Vai a lavorare, sei il disonore dell'Italia"

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi