PedalAbano, ecco il progetto si comincia con venti bici

ABANO TERME. Bici di tutti e per tutti. Sta per arrivare il bike sharing “PedalAbano”. Il progetto, portato avanti dal Comune in collaborazione con la polizia locale, rientra nei programmi di...

ABANO TERME. Bici di tutti e per tutti. Sta per arrivare il bike sharing “PedalAbano”. Il progetto, portato avanti dal Comune in collaborazione con la polizia locale, rientra nei programmi di promozione di una mobilità sostenibile e a basso impatto ambientale. Per il progetto il Comune ha partecipato ad un bando regionale che prevede l'erogazione di quasi 50 mila euro all'ente.

Il progetto è molto simile a quello già esistente nel Comune di Padova, con cui Abano punta tra l'altro a stringere un accordo di collaborazione o gemellaggio. Per cominciare ci saranno due stazioni distribuite sull’area urbana (una in via Monte Ricco, l'altra in via Nazioni Unite) che consentiranno di vivere la città su due ruote, di spostarsi autonomamente scegliendo il proprio percorso e decidendo i propri tempi. Abbonandosi al servizio è possibile prelevare la bicicletta in una delle stazioni e depositarla in una qualsiasi, purché con posti liberi. Pensato per gli spostamenti brevi, il bike sharing oggi rappresenta la forma di spostamento urbano più conveniente, sia in termini di tempo sia in termini economici. Grazie alla card elettronica sarà possibile utilizzare la bicicletta tutti i giorni 24 ore su 24 evitando traffico e problemi di parcheggio. Con il bike sharing cittadini e turisti potranno percorrere anche l'anello di pista ciclabile dei Colli Euganei, ma nei programmi dell’amministrazione comunale c'è la realizzazione di nuove piste ciclabili, per le quali la giunta sta cercando di ottenere ulteriori contributi dalla Regione. Saranno installate due piazzole di sosta, che conterranno una decina di biciclette ciascuna. Sarà possibile, attraverso un'applicazione e un sito web, conoscere in tempo reale la disponibilità delle biciclette. Ogni stazione è composta da una serie di colonnine cicloposteggio. Il cliente dovrà passare la card su una colonnina con bici disponibile, attendere la sequenza di bip accelerati, sollevare leggermente la bici e sfilala verso destra, saltare in sella e pedalare per poi riconsegnarla in una delle due piazzole disponibile attendendo sempre il bip. È possibile staccare degli abbonamenti di diversa durata. Il servizio sarà attivato entro 14 settimane.

Federico Franchin

Fiammiferi di asparagi con aspretto di ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi