Duecentomila cartelle pazze

Le ha spedite per sbaglio Banca Monte Paschi: sono doppioni dei bollettini del Consorzio di bonifica

CAMPOSAMPIERO. Per un errore è stato spedito due volte il bollettino MAV per il pagamento dei contributi consortili 2014: uno è in arrivo dal Consorzio di bonifica Acque Risorgive, ed è quello giusto che reca impresse le barre di lettura elettronica; l’altro è stato spedito per posta dalla banca Monte Paschi di Siena, e non va pagato perché si tratta di un doppione della stessa esazione. Gli utenti interessati dall’errata spedizione sono ben 200 mila. Il comprensorio del Consorzio di bonifica Acque Risorgive, infatti, è di 101.592 ettari complessivi all’interno del quale risiedono circa 600 mila abitanti e comprende, in tutto o in parte, i territori di 52 Comuni su tre territori provinciali: 18 Comuni sono in provincia di Venezia, 23 in quella di Padova, 11 in quella di Treviso. L’avviso della doppia spedizione l’ha dato direttamente il Consorzio sul proprio sito e si è diffuso via web rapidamente, creando non poco sconcerto e fastidio: è facile confondere i due invii e pagarli entrambi. «È giunta notizia che in fase di emissione degli avvisi di pagamento relativi ai contributi consortili e concessioni anno 2014, la banca “Monte dei Paschi di Siena” ha erroneamente postalizzato una propria lettera con accluso bollettino di pagamento MAV» riporta la nota «si tratta di un errore della stessa. È infatti in recapito l’avviso di pagamento 2014, spedito dal Consorzio e corredato da regolare bollettino MAV da utilizzarsi per il versamento». L’invito è quindi di non considerare la lettera del Monte Paschi di Siena e dunque di non pagare il bollettino che include, peraltro privo di indicazione degli immobili tassati e di ogni altro riferimento che normalmente veniva riportato. Se però lo si è fatto, il pagamento sarà comunque valido. Per il pagamento va utilizzato solo il bollettino Mav inviato dal Consorzio Acque Risorgive, pagabile senza spese in tutte le banche. «In alternativa» avverte il Consorzio di Bonifica «il dovuto si può pagare online con carta di credito dal sito www.acquerisorgive.it. Chi invece si appoggia alla rete di Monte Paschi di Siena è bene che aspetti qualche giorno prima di pagare». Per informazioni il Consorzio ha messo a disposizione il numero verde 800 189 571 e il telefax verde 800 190 555.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Video del giorno

Vitiligo, la malattia in "mostra" nel cortile pensile di palazzo Moroni a Padova

Gelato vegan al latte di cocco e ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi