Incubo Botellón in Prato, adunata alcolica mercoledì

L’annuncio online su Wikipedia, preoccupazione delle autorità. Gli organizzatori comunicano con le chat di WhatsApp: basta Facebook

PADOVA. Sono trascorsi quattro anni dalla prima volta e sembra che gli estimatori del Botellón non vogliano mollare la piazza di Padova. Anche quest’anno, dunque, dovrebbe svolgersi il mega raduno alcolico in Prato della Valle. L’appuntamento è per mercoledì sera ma stavolta monitorare gli organizzatori è un po’ più difficile. Mentre nelle precedenti edizioni tutte le comunicazioni passavano attraverso i social network Facebook e Twitter, ora l’evento viene veicolato attraverso WhatsApp: messaggi privati su smartphone.

L’annuncio di questo nuovo appuntamento l’ha dato direttamente Wikipedia, l’enciclopedia online che dedica una pagina web al fenomeno spontaneo nato in Spagna e diffuso a Padova per via della presenza di numerosi studenti spagnoli in Erasmus.

Ogni anno, nell'ultimo mercoledì di maggio, a Padova migliaia di giovani si ritrovano in Prato della Valle per bere e stare in compagnia.

«Nella prima edizione del 2011 hanno partecipato al Botellón Veneto più di 10 mila persone, così come nel 2012» scrive Wikipedia. «Padova è stata la sede anche della terza edizione del Botellón, alla quale però hanno partecipato solamente 4 mila persone a fronte delle 10 mila attese. Il prossimo appuntamento è atteso per il 28 maggio 2014».

Come gli anni scorsi è sempre alta l’attenzione delle forze dell’ordine nei confronti di questo fenomeno. Se non altro dal punto di vista dell’ordine pubblico. Una manifestazione del genere, capace di calamitare in piazza migliaia di persone, va necessariamente monitorata. L’anno scorso, per esempio, le autorità erano riuscite a ottenere lo spostamento dell’evento al 5 giugno, perché la data scelta inizialmente cadeva nello stesso giorno del concerto di Bruce Springsteen e la forza pubblica non riusciva a far fronte a entrambi gli eventi.

Le difficoltà quest’anno sono molteplici. Non si riesce a individuare il gruppo di organizzatori e non si riescono ancora a fare stime sul numero di presenze. Lo spostamento delle comunicazioni sulle chat private di WhatsApp impediscono alle autorità di monitorare il fenomeno. Non resta quindi che attendere e vedere cosa accadrà mercoledì sera nella piazza simbolo di Padova.

@enricoferro1

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Video del giorno

A Gardaland apre Jumanji la nuova attrazione che fa l'occhio all'archeologia. L'anteprima

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi