Oybo, i calzini spaiati che viaggiano solo sul web

L’idea originale nasce in un ufficio di Riviera dei Mugnai. E affascina anche il deejay Linus

PADOVA. Colorati, originali, ironici. Ma soprattutto «untuned». Sono i calzini Oybo, azienda padovana con sede in Riviera dei Mugnai. «Produciamo calze per uomo e donna con una caratteristica essenziale: sono l'una diversa dall'altra, come in fondo lo sono le nostre gambe e i nostri piedi», racconta Eusebia Lupu, 34 anni, rumena d'origine ma decisamente cittadina d'Europa. Dopo Dublino e Parigi è arrivata in Italia nel 2008, per seguire il marito Lionello Borean, 49 anni, grafico pubblicitario di Conegliano Veneto.

Insieme hanno dato vita due anni fa, quasi per gioco, a questa attività, nata da un'idea di Lionello, che non riusciva a trovare delle calze non solo adatte al suo fisico imponente, ma anche originali. «Oybo nasce proprio così: un'idea nata in casa che si è realizzata in un prodotto unico, sorprendente, in vendita solo nel web (a 22 euro al paio su www.oybo.it). Non abbiamo praticamente fatto comunicazione: i calzini si sono fatti strada con il solo passaparola».

Che non si limita solo alla parola, a dire il vero. Oybo è diventato un fenomeno del web anche grazie ai clienti che, soddisfatti del loro acquisto, hanno avuto la voglia di fotografarsi con le nuove calze ai piedi. Le foto, pubblicate sui vari social come Instagram e Twitter, ora popolano un'intera sezione del sito dell'azienda padovana. Fra i clienti più famosi: il deejay Linus e il critico d'arte e giornalista Philippe D'Averio.

Un business da 15mila calze l'anno (dato 2013), prodotte interamente da un'azienda tessile della zona industriale di Padova. Strizzando l'occhio all'ecocompatibilità.

«Usiamo fibre naturali e packaging in cartone. Evitando accuratamente ogni tipo di spreco», conferma Eusebia. All'insegna della semplicità anche le campagne fotografiche, che vivacizzano il sito con colori e ambientazioni naive: i modelli sono amici della coppia, prestatisi a fare da indossatori con allegria ed ironia. Autore degli scatti è il fotografo padovano Aldo Sodoma, noto per le sue foto di moda e attivo anche a Milano e New York. «Abbiamo avuto grande soddisfazione anche da Pitti Immagine: quest'anno siamo stati selezionati nella categoria "New Beats", riservata alle nuove promesse del fashion», conclude Eusebia.

Video del giorno

Tumori. Le nuove frontiere della biopsia liquida: a caccia di esosomi per identificare metastasi

Torta di grano saraceno con mirtilli e mele

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi