Montegrotto: fiscalità monetaria e antropocrazia

Il Palacongressi di via Scavi, a Montegrotto, ospita sabato 21 e domenica 22 settembre, il primo “Festival nazionale dell’Antropocrazia: laboratorio sulla fiscalità monetaria”, promosso dal circolo...

Il Palacongressi di via Scavi, a Montegrotto, ospita sabato 21 e domenica 22 settembre, il primo “Festival nazionale dell’Antropocrazia: laboratorio sulla fiscalità monetaria”, promosso dal circolo culturale Pier Luigi Ighina.

La serie degli interventi viene aperta, sabato, alle ore 9, dalla relazione di Giorgio Andretta, agricoltore, e di Fabio Brescacin, laureato in agraria, sul tema “L’umanità fa schifo?”. A seguire i contributi di Alfredo Belluco, presidente di Confedercontribuenti Veneto, e di Nicolò Giuseppe Belia, imprenditore e inventore.

Alla ripresa pomeridiana dei lavori Rossano Orlando, giornalista, ricercatore indipendente e autore dei libri “Debitori dalla nascita” e “Ma l’euro di chi è?”, interverrà su “Le tappe del Simec nell’economia di Guardiagrele”.

Particolarmente intenso anche il programma della giornata di domenica (i lavori, a Montegrotto, riprendono alle ore 9).

Tra gli altri, Antonio Baldo, laureato in Economia e sociologia, ex insegnante, proporrà una riflessione su “Un’ipotesi di reddito di cittadinanza”. Nel pomeriggio David Borrelli, già consigliere comunale di Treviso del Movimento Cinque Stelle e primo eletto grillino in Italia, tornerà sul tema con la relazione “Il reddito di cittadinanza: un’ipotesi del M5S”.

Video del giorno

Cremonini canta a sorpresa all’Armani hotel dopo la Prima della Scala

Mousse alla nocciola e cioccolato, clementina e cardamomo

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi