Finanza all’Ingrosso cinese, multati 16 commercianti

Blitz delle Fiamme gialle nei padiglioni che si trovano in corso Stati Uniti I militari hanno scovato anche sei lavoratori in nero: mega sanzioni in arrivo

PADOVA. Guardia di finanza ancora una volta al Centro Ingrosso Cina di corso Stati Uniti. Sabato scorso gli uomini coordinati dal capitano Luca Gelormino sono tornati a controllare i padiglioni e hanno elevato 16 sanzioni ad altrettanti rivenditori sorpresi a cedere merce a clienti privati e quindi senza partita Iva. Nel corso del blitz sono stati trovati anche 6 lavoratori in nero.

Il controllo si inserisce in una intensa attività di monitoraggio che gli uomini delle Fiamme gialle stanno conducendo da tempo al Centro Ingrosso Cina. I finanzieri, già più di un anno fa, hanno inviato alla procura un dettagliato rapporto con tutte le infrazioni contestato nei numerosi blitz. L’argomento è stato trattato anche in sede di Comitato di ordine e sicurezza pubblica. Il prefetto Ennio Mario Sodano lo scorso mese di gennaio ha firmato un’ordinanza di sospensione dell’attività per motivi di sicurezza riscontrati in seguito ad una ispezione dei vigili del fuoco e della polizia municipale. L’ordinanza ora è decaduta ma l’attenzione delle forze dell’ordine resta alta.

Sabato scorso dunque i finanzieri guidati dal capitano Gelormino sono entrati nei padiglioni di corso Stati Uniti in borghese e sono riusciti a individuare ben 16 commercianti intenti a vendere merce a clienti senza partita Iva: una palese violazione, visto che si tratta di un centro in cui la vendita è consentita solo all’ingrosso.

La presenza dei 6 lavoratori in nero invece è stata segnalata all’ispettorato del lavoro che dovrà prendere tutte le contromisure del caso.

@enricoferro1

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi