Comunione e liberazione, padovani in forze al meeting di Rimini

Tanti i rappresentanti padovani al raduno di Cl. Martedì Nicola Boscoletto parla di recupero dei carcerati a un dibattito con Luciano Violante

PADOVA. Tra i partecipanti non ci saranno solo politici e amministratori, pubblico sempre più numeroso tanto che è più semplice contare gli assenti che fare l'elenco dei presenti. Al Meeting di Rimini organizzato da Comunione e Liberazione, al via oggi, ci saranno anche molti veneti e padovani chiamati a portare sul palco della manifestazione la loro esperienza in svariati campi. Il calendario delle presenze “locali” inizia martedì mattina. Alle 11.15 si terrà l'incontro “Vigilando Redimere. Quale idea di pena nel XXI secolo” che vedrà la partecipazione di Nicola Boscoletto, Presidente del Consorzio Rebus. Insieme a lui ci saranno Tomáz de Aquino Resende, Procuratore di giustizia di San Paolo (Brasile), Giovanni Maria Pavarin, Presidente del Tribunale di sorveglianza di Venezia, e Luciano Violante, presidente del Forum Riforma dello Stato del Pd. Il padovano Boscoletto parlerà delle esperienze di ritorno alla vita dei carcerati per capire se il modello nostrano può essere esportato in Brasile, dove tra l'altro era già stato per discutere proprio di questo tema.

Per chi volesse seguire l'incontro ma non può recarsi a Rimini la tecnologia è di grande aiuto: oltre alle “app” digitali dedicate ci sarà anche la copertura data dal telegiornale di Ilsussidiario.net, sito di informazione presieduto da Graziano Debellini. Il presidente della Fondazione Santa Lucia farà anche parte del gruppo di accoglienza che incontrerà il presidente del Consiglio Mario Monti. È nata all'ombra del Santo anche la ditta Consta, presieduta dallo stesso Debellini, che esporrà in fiera le sue idee all'avanguardia sul fronte della progettazione antisismica.

Tra i veneti di spicco figurano il monsignore Silvano Maria Tomasi, bassanese, osservatore permanente della Santa Sede presso Nazioni Unite a Ginevra, che interverrà giovedì alle 11.15 all'incontro “Esigenza di giustizia alla radice della democrazia”. Lo stesso giorno, alle 15, Alessandro Benetton, presidente dell’azienda di Ponzano, partecipa al focus “Giovani e crisi: fine di un mondo o inizio di un altro?” con Bernhard Scholz, presidente della Cdo.

Tartellette di frolla ai ceci con kiwi, avocado e yogurt

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi