Sacro Cuore, nuovo look dopo il restauro

ESTE. Una facciata che ora ricorda gli antichi splendori, una nuova illuminazione sotto i portici. E più sicurezza. L’ex Sacro Cuore ritorna alla città: il vicesindaco Stefano Agujari Stoppa ha...

ESTE. Una facciata che ora ricorda gli antichi splendori, una nuova illuminazione sotto i portici. E più sicurezza. L’ex Sacro Cuore ritorna alla città: il vicesindaco Stefano Agujari Stoppa ha annunciato la fine dei lavori di restauro alla facciata dello storico immobile di viale Fiume. L’edificio, che per anni ha ospitato la biblioteca comunale e prima ancora la gloriosa scuola magistrale gestita dalle suore, è stato liberato in questi giorni da impalcature e mezzi meccanici: «L’intervento più impegnativo è stato quello di pulitura della facciata» spiega il vicesindaco «Gli anni cominciavano a farsi sentire seriamente, a livello estetico e strutturale». Oltre alla tinteggiatura delle pareti, sono stati eliminati tutti quegli elementi deturpanti (come per esempio i cavi della linea elettrica) e rimessi a nuovo cornicione e balconi. Sono state ritoccate e rinforzate anche le travi lignee del sottoportico: parte della trave portante che dà sui portici, infatti, aveva fatto registrare segni di cedimento, pare per colpa di un processo di combustione causato dal vecchio impianto termico usato dalle suore e posto proprio a contatto con il legno. «Ultimo intervento fondamentale è stata l’installazione dell’impianto di illuminazione sotto il portico» chiude Agujari Stoppa «che di fatto rende più piacevole alla vista il palazzo e agevola anche la passeggiata lungo viale Fiume. Con questi lavori abbiamo concretamente dotato il centro storico di un arredo urbano degno del salotto nobile della città». Ota tocca alla chiesa degli Zoccoli e al teatro dei Filodrammatici. (n.c.)

Video del giorno

Appartamento a fuoco all'Arcella, ecco l'intervento dei vigili del fuoco

Gelato vegan al latte di cocco e ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi