Il buffet della Provincia fa infuriare il Pd: «C’è crisi, tagliate lo spumante»

La denuncia del consigliere Pd Paolo Giacon: «A Palazzo Santo Stefano offerti fiumi di spumante: è ora di smetterla con questi sprechi». La replica dell'assessore Comacchio: «Tutto a mie spese»

PADOVA. Conferenza stampa con rinfresco a base di spumante. È avvenuto in Provincia, a palazzo Santo Stefano. Una situazione già vista in diverse occasioni, ma che stavolta ha fatto saltare i nervi al consigliere provinciale del Pd Paolo Giacon, perché - denuncia - «il banchetto potrebbe essere a spese dei contribuenti».

«Ore 10.30 conferenza stampa di presentazione delle manifestazioni culturali Reteventi (presenti Barbara Degani presidente della provincia e Marino Zorzato vicepresidente della Regione), ore 11 in sala Rappresentanza rinfresco per la presentazione delle manifestazioni Reteventi». Questo l’avviso che si leggeva all’ingresso di Palazzo Santo Stefano. «Ma da quando alle conferenze stampa di presentazione degli eventi si fanno seguire ricchi buffet, conditi da fiumi di spumante? Non mi pare sia Natale come non mi sembra che ci sia nulla da festeggiare in queste condizioni di difficoltà economica e di crisi». Per questo è letteralmente furibondo Paolo Giacon che non ha mancato di scattare foto del ricco buffet offerto ai partecipanti alla conferenza stampa. «Ho fatto le fotografie del caso e sono andato via senza toccare nemmeno un bicchier d’acqua. Che cosa dovevamo festeggiare con le aziende che chiudono e la gente che perde il lavoro?». In tempi di «spending review», c’è un altro spreco da segnalare al governo Monti.

«L’iniziativa Reteventi è certamente valida e lodevole perché mette in rete le tante iniziative culturali che ci sono sul territorio provinciale, ma che bisogno c’è di ritrovarsi attorno ad un tavolo dopo una conferenza stampa? Chi ha pagato le spese del rinfresco? Se sono stati utilizzati fondi provinciali o regionali allora ci troviamo di fronte ad un fatto gravissimo. Proprio qualche settimana fa il presidente Degani ha presentato un piano di austerità e di taglio alla spesa. Ma questo mi pare sia solo sulla carta: altro che sobrietà, se la spesa del rinfresco fosse a carico della collettività ci troveremmo di fronte ad uno di quegli sprechi che Monti ed il supercommissario Bondi devono combattere. Se la spessa fosse stata sostenuta dalla Fondazione Cariparo o da qualche associazione, anche in questo caso mi sembra molto poco opportuno spendere i soldi per un rinfresco post conferenza stampa. Forse era meglio utilizzare quei soldi per sostenere le attività di qualche giovane artista emergente», denuncia il consigliere Pd.

La replica dell'assessore Comacchio: "Tutto a mie spese". "E' una notizia gravemente scorretta. Quel buffet, servito dopo la conferenza stampa di RetEventi, che ha visto coinvolti 98 comuni e decine di associazioni per un totale di 700 eventi, e che comprendeva 6 bottiglie di prosecco, due caraffe di succo di frutta, qualche bottiglia di acqua minerale e qualche crostino di pane al rosmarino, è stato da me personalmente offerto alle circa cento persone presenti e al personale del settore Cultura che si è prodigato per la realizzazione del progetto". E' la replica dell'assessore provinciale alla Cultura Leandro Comacchio, esponente leghista, che ha organizzato l'iniziativa contestata.

"Il successo della conferenza stampa è stato notevole - prosegue Comacchio - E questo ha dato  evidentemente fastidio al consigliere di opposizione Giacon, che è universalmente conosciuto per la sua attività politica fatta di demagogia ed insulti gratuiti".

Video del giorno

Covid, Marco Melandri ritratta: "Era una battuta, non mi sono fatto contagiare volontariamente"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi