Spese di comunicazione dei quartieri, scoppia la polemica politica

Il capogruppo Pd contesta i costi della comunicazione del quartiere Centro: «Si crede un ministro?». L’esponente del Pdl: «La giornalista Vincenzoni ha collaborato gratuitamente»

PADOVA. Scoppia la polemica politica sul caso della portavoce del quartiere Centro, assunta con un concorso pubblico. Gianni Berno, capogruppo del Pd a Palazzo Moroni, va all’attacco di Filippo Frattina, «numero uno» Pdl del cdq Centro. «Ho letto con stupore – scrive Berno – che il presidente del cdq 1 Filippo Frattina (Pdl) ha messo a disposizione una cifra significativa, presa dai fondi del quartiere, per coordinare il giornalino di quartiere ed una newsletter, incaricando un giornalista». Da Berno pollice verso.«L’operazione mi sembra davvero spropositata – punta il dito – rispetto al ruolo di un presidente e di un consiglio di quartiere. In effetti tutti gli altri quartieri cercano delle soluzioni a costo zero e, per risparmiare qualche soldo a favore di iniziative locali si mettono piuttosto i giornalini “sotto il braccio” e fanno loro la distribuzione porta a porta, così come per il coordinamento del giornalino di newsletter si arrangia un team del quartiere».

Il capogruppo del Pd è un sostenitore del «fai da te» nella comunicazione. «Tanto per portare una piccola esperienza personale e di gruppo – continua Berno – io pubblico una newsletter che esce da ogni 10-15 giorni, ininterrottamente dal 2006, e mi arrangio a costo zero a curarne i contenuti, l’impostazione grafica e anche la distribuzione via e-mail con pubblicazione sul mio sito». Berno non rinuncia a un’ultima stoccata: «Credo davvero che Frattina abbia perso il senso della misura; crede forse di essere un ministro a cui serve il portavoce?».

Ma come diffondono le loro informazioni le circoscrizioni? Alcuni quartieri si sono affidati alla Servizi Editoriali di Tricesimo (Udine), che cura i notiziari di numerosi Comuni del Nordest. I cdq forniscono i testi, che vengono impaginati dalla SE. Le riviste si finanziano raccogliendo la pubblicità di zona. «Noi invece abbiamo scelto – puntualizza Frattina, presidente del cdq Centro – una soluzione che, anzichè pubblicare articoli scritti dai consiglieri, intende avvalersi della professionalità di un giornalista. Chi sarà? Non tocca a me individuarlo. Di questo si occuperà il segretario della circoscrizione. La dottoressa Vincenzoni? Nei mesi scorsi ha collaborato con noi gratuitamente».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Video del giorno

Girotto, candidato no vax alle comunali di Padova: progetto di dittatura a tutti gli effetti

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi