Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Digitale terreste, la nuova tv arriva nel Padovano

Fino al 3 dicembre lo "switch off" in tutta la provincia. Attenzione alle truffe

PADOVA. Al via lo switch off del digitale terrestre. Cosa vuol dire? Che senza un decoder digitale sulla televisione non si vedrà che un indistinto “formicolio”. La nuova tv digitale nel Padovano avvia le trasmissioni tra il 29 novembre e il 3 dicembre, a seconda del comune interessato. Il nuovo sistema di trasmissione garantisce una migliore qualità audio e video e consente di vedere un maggior numero di canali: circa un centinaio, alcuni a pagamento ma molti altri gratuiti.

Per vedere la tv ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

PADOVA. Al via lo switch off del digitale terrestre. Cosa vuol dire? Che senza un decoder digitale sulla televisione non si vedrà che un indistinto “formicolio”. La nuova tv digitale nel Padovano avvia le trasmissioni tra il 29 novembre e il 3 dicembre, a seconda del comune interessato. Il nuovo sistema di trasmissione garantisce una migliore qualità audio e video e consente di vedere un maggior numero di canali: circa un centinaio, alcuni a pagamento ma molti altri gratuiti.

Per vedere la tv digitale terrestre, però, è necessario dotarsi di un decoder (in vendita in tutti i supermercati e i negozi di elettrodomestici) oppure di un televisore di nuova generazione, che ha il decoder incorporato. Per informare e aiutare i cittadini nel passaggio al digitale terrestre è stato istituito un “referente territoriale”, che per Padova fa riferimento alla Provincia: si può chiamare l'Ufficio relazioni con il pubblico allo 049 8201212.

I comuni del Padovano passano al digitale tra il 29 novembre e il 3 dicembre. I primi sono Arquà Petrarca, Barbona, Carceri, Castelbaldo, Lozzo Atestino, Masi, Megliadino San Fidenzio, Megliadino San Vitale, Merlara, Piacenza d'Adige, Ponso, Saletto, Santa Margherita d'Adige, Sant'Urbano, Urbana e Vighizzolo d'Este. Poi tocca man mano a tutti gli altri: la gran parte dei paesi, compresa tutta la città di Padova, passa al digitale il 30 novembre.

Dopo il passaggio al digitale terrestre chi non ha un decoder non vede più nulla in tv: per questo è importante seguire le istruzioni e dotarsi dell'apparecchio.

Attenzione: né i Comuni, né altre istituzioni e tantomento i proprietari di emittenti televisive hanno incaricati che girano porta a porta per informare sul passaggio al digitale, offrire e installare il decoder. Prima di aprire la porta di casa a sconosciuti che si presentano con qquesta scusa, dunque, verificate bene chi sono e cosa vogliono, perché potrebbe trattarsi di un tentativo di truffa.

Il mattino ti aiuta a risolvere i problemi dello "switch off": dopo la guida generale di due settimane fa (che trovi sul web cliccando qui), è in edicola, allegata gratuitamente al giornale, una seconda guida con tutti i segreti del nuovo telecomando per ascoltare la radio, divertirsi con la tv interattiva e bloccare l'accesso ai contenuti vietati ai minori.