Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

L’Arzaron dovrebbe riaprire domani

Un forte temporale ha bloccato i lavori

CODEVIGO. E’ stato rimandato a oggi il sopralluogo del sindaco di Chioggia Romano Tiozzo a Conche per verificare che gli operai stiano effettivamente smantellando il cantiere e ripristinando il manto stradale per riaprire entro pochi giorni, forse già domani, la provinciale dell’Arzaron. Il forte temporale che si è abbattuto nel Piovese tra le 16 e le 18 di ieri ha impedito al primo cittadino clodiense di recarsi sul tratto di Arzaron interessato dai lavori del Genio Civile. Ma non gli ha im ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

CODEVIGO. E’ stato rimandato a oggi il sopralluogo del sindaco di Chioggia Romano Tiozzo a Conche per verificare che gli operai stiano effettivamente smantellando il cantiere e ripristinando il manto stradale per riaprire entro pochi giorni, forse già domani, la provinciale dell’Arzaron. Il forte temporale che si è abbattuto nel Piovese tra le 16 e le 18 di ieri ha impedito al primo cittadino clodiense di recarsi sul tratto di Arzaron interessato dai lavori del Genio Civile. Ma non gli ha impedito di informarsi su come stanno procedendo le cose, dopo l’annuncio della riapertura della strada. Tempo permettendo, questa mattina dovrebbero concludersi i lavori per il ripristino del manto stradale, poi sarà fissato il guard rail lungo la via arginale. Se il tempo non recherà ritardi ai lavori, già domani o al massimo sabato la provinciale riaprirà.

Finalmente, dopo tre fine settimana di code infinite, la viabilità ritroverà un po’ di sollievo. Almeno ci sarà una via alternativa alla Romea, circostanza venuta a mancare dopo la chiusura, in contemporanea all’inizio del mese, sia dell’Arzaron che della via Rebosola che collega Chioggia con Correzzola, passando per Ca’ Bianca e Brondolo. E’ saltato, invece, l’incontro che si sarebbe dovuto tenere questa mattina fra i sindaci di Chioggia e Codevigo e il prefetto, interessato della vicenda sul piano della sicurezza, sia quella degli automobilisti che quella dei residenti dei paesi assediati dal traffico. Senza dimenticare che con le vie alternative alla Romea chiuse diventava difficoltoso far muovere in caso di incidente anche i mezzi di soccorso. La riapertura dell’Arzaron ha fatto rientrare l’emergenza. Maurizio Ruzzon, sindaco di Codevigo fino a domani, quando lascerà il posto al commissario, in un ultimo colpo di coda reclama il giusto riconoscimento del suo ruolo nella vicenda: «Ieri l’assessore provinciale Domenico Riolfatto si è preso i meriti di aver risolto la questione, in realtà lui ha solo contribuito a creare questo caos quando ha disposto la chiusura dell’Arzaron senza preoccuparsi delle conseguenze. Siamo stati noi sindaci a batterci e insistere affinchè si riaprisse la strada».