Padova Capitale del Volontariato premia Cristiano Cadoni e il mattino di Padova

Cristiano Cadoni, al centro, tra il questore Sbordone e il presidente del Csv di Padova, Alecci

Una cerimonia al Teatro Verdi per dire «grazie» a chi ha fatto molto anche sotto Covid e una menzione al giornalista che ha curato il nostro speciale: raccontare le associazioni attraverso la voce della base

PADOVA. Padova capitale europea del volontariato ha voluto saldare una specie di conto in sospeso con quella parte del volontariato che più di altre si è trovata ad affollare la complicata trincea della prima ondata di Covid, quella del lockdown, delle mascherine introvabili, dell’isolamento.

Noi per Padova ci siamo: Comune, Diocesi e Centro volontariato

Lo ha fatto con una cerimonia semplice, al teatro Verdi, alla quale però non ha voluto mancare nessuno, dal sindaco Giordani all’assessore al Volontariato Piva, dal prefetto Grassi al questore Sbordone, ai più alti in grado delle forze dell’ordine e dell’Esercito, all’università (presente la prorettrice Monica Fedeli ma anche l’ex rettore Rizzuto, che il 2020 l’ha vissuto intensamente in ateneo), a rappresentanti dei medici e degli infermieri, a uomini della chiesa, con il rettore della basilica del Santo, padre Antonio Ramina che porta anche il saluto del vescovo Cipolla. Tutti hanno avuto un ruolo chiave in quel periodo particolarmente complesso. E tutti però, più di ogni altra cosa, hanno voluto dire grazie ai volontari che senza esitazione, di slancio, hanno risposto alla chiamata dell’emergenza.

Nel corso della cerimonia è stata conferita una menzione speciale al cronista del mattino, Cristiano Cadoni, "per l'aiuto generoso e straordinario dato alle associazioni di volontariato durante la pandemia". Il nostro giornale ha seguito l'anno di Padova capitale europea raccontando le storie di una trentina di volontari, e dunque di altrettante associazioni della città e della provincia. Ma quando è scoppiata la pandemia ha seguito con una cronaca quotidiana il progetto "Per Padova noi ci siamo", messo in campo dal Csv insieme al Comune e alla Diocesi, e le altre iniziative con cui l'intero mondo del volontariato si è mobilitato, in presenza e online, per proseguire le proprie attività e per inventarne di nuove, in risposta alle esigenze del difficile periodo del lockdown e delle altre restrizioni.

Video del giorno

Padova, Collovati ai funerali di Di Marzio: "Ho perso un amico, un maestro di vita"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi