Festival dell’Oriente, atteso l’assalto degli appassionati

In Fiera la mega kermesse tra cibo, spezie, sete tradizionali, merci e spettacoli

PADOVA. Padova torna a esplorare la cultura dei Paesi asiatici con la quinta edizione del Festival dell’Oriente. Da venerdì fino a domenica e il prossimo fine settimana, il 14, 15 e 16 dicembre, i padiglioni 1, 2, 3, 4 e 15 della fiera ospitano, dalle 10.30 alle 22.30, una serie di appuntamenti che rievocano riti, usi e costumi di terre lontane e misteriose gettando un ponte con l’Occidente.

Un appuntamento che richiama molti appassionati e che di conseguenza impatta sulla viabilità del quadrante fiera. Che per l’occasione diventa una gigantesca vetrina dove aromi di cibo orientale si mescolano ai profumi degli incensi e degli olii essenziali, dove quintali di sete colorate fanno compagnia a statue e statuine di Buddha; dove nei grandi palcoscenici si alternano spettacoli indiani tradizionali o stile Bollywood, cinesi, giapponesi, thailandesi, coreani.

Padova è la meta finale del tour 2018 per il Festival dell’Oriente. Quest’anno diverse novità: dal Giappone arriveranno i Yuzarakusa con i loro tamburi da guerra. E i Taiko Center di Tokyo+ organizzeranno workshop dei tamburi di guerra taiko. Oltre al famoso prestigiatore giapponese Keiichi Iwasaki, sarà di scena il mago Taijyu Fujiyama,tra i rari successori della pratica tradizionale giapponese Tezuma.

Ingresso: 12 euro, ridotto 8 euro. Info: www.festivaldelloriente.org. —

Video del giorno

Crollo in Marmolada, il momento in cui la colata di ghiaccio travolge il sentiero

Risotto integrale al limone con crudo di gamberi e pomodorini al timo

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi