psicologia

Laura: "Dario, Ettore e tutti gli altri: ho la sindrome della crocerossina, come posso uscire da questo amare malato?"

Foto: NeONBRAND per Unsplash 
Le relazioni si susseguono sempre con lo stesso copione, quello in cui lei annulla la propria vita per occuparsi dei bisogni e delle fragilità del partner, facendosene carico emotivamente, e a volte anche economicamente. Perché succede? Come uscirne? A queste e ad altre domande della nostra lettrice - Laura è un nome di fantasia - risponde la psicoterapeuta Maddalena Vagnarelli
4 minuti di lettura

Accade, nelle relazioni, di restare intrappolate in un ruolo. Lo esemplifica bene il caso di Laura (nome di fantasia), una donna di 40 anni che ci scrive da Venezia, dove vive: avvocatessa single appassionata giocatrice di padel, amante del cinema e della musica. Prima della pandemia ha viaggiato in lungo e in largo, da sola o con amici e amiche.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Mattino di Padova la comunità dei lettori