Rupi Kaur, in 'Home body' le poesie per innamorarci di noi stesse

Si intitola 'Home body - Il mio corpo è la mia casa' (tre60, 208 pagine) la nuova raccolta di poesie dell'artista e performer canadese di origini indiane. Dai primi versi pubblicati su Instagram, è arrivata in pochi anni a vendere otto milioni di copie. In questo ultimo libro racconta di amore, accettazione, comunità, famiglia e affronta i temi della natura e dell'educazione, della luce e dell'oscurità: "Ho iniziato a scrivere questa raccolta in un momento in cui mi sentivo completamente persa sia nel mondo interiore che in quello esteriore. Ha a che fare con ciò che mi ha spezzato il cuore. E con ciò che lo ha rimesso insieme. L’ho scritto mentre combattevo una battaglia davvero difficile contro la depressione e l'ansia", ha raccontato l'autrice. "Ho scritto di onorare la mia mente e il mio corpo in modo da potermi svegliare e aiutare a costruire un mondo al servizio di tutte le persone. 'Home body' è come ho imparato a tuonare. Ruggire. E brillare".

1 minuti di lettura

Un luogo magico



Il mondo interiore



Lo specchio

 

La guerriera
 

 

Nell'arena